Condividi su Linkedin

Il Colonnello Pier Giorgio Giordano subentra al Tenente Colonnello Andrea Pagliaroli al comando dei “Bianchi Alamari” nel neo costituito 2° Reggimento “Granatieri di Sardegna”.

A 20 anni dalla soppressione, ricostituito il 2° "Granatieri"

Questa mattina presso la Caserma "Giuseppe Garibaldi" di Spoleto (PG), a distanza di venti anni dalla soppressione, avvenuta il 29 ottobre 2002, si è tenuta la cerimonia di ricostituzione del 2° Reggimento "Granatieri di Sardegna", con l'avvicendamento nell'incarico di Comandante tra il cedente, Tenente Colonnello Andrea Pagliaroli, ed il subentrante, Colonnello Pier Giorgio Giordano, sancito con il passaggio della Bandiera di Guerra del 2° reggimento Granatieri di Sardegna.


Alla cerimonia erano presenti il Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Giorgio Mulè, il Comandante delle Forze Operative Sud, Gen. C.A. Giuseppenicola Tota, la Presidente della Regione Umbria, Avv. Donatella Tesei, il Prefetto di Perugia, Dott. Armando Gradone, il Sindaco di Spoleto, Dott. Andrea Sisti e il Comandante della Brigata Granatieri di Sardegna Gen. B. Giovanni Brafa Musicoro, oltre alle Associazioni Combattentistiche e d'Arma, ex militari del Reggimento ed altre istituzioni locali.

 

"La straordinaria 'famiglia' dei Granatieri di Spoleto si allarga. La ricostituzione del 2º Reggimento che dopo 20 anni, al grido 'A me le guardie!', torna nella sua città, ha un'importanza speciale per l'Umbria e per l'intera comunità spoletina", ha detto il Sottosegretario Mulè nel suo intervento evidenziando che "L'Umbria è strategica per la Difesa. E la Difesa è strategica per l'Umbria. L'attenzione del Governo è stata e continuerà ad essere alta. In questa Regione abbiamo rilanciato alcune tra le più preziose realtà militari che rischiavano il collasso, assicurando 164 assunzioni al Polo armi leggere di Terni e rinnovando i contratti dei dipendenti civili assunti dal deposito munizioni di Spoleto".

Per il Sottosegretario, "il personale militare e civile della Difesa rappresenta una risorsa preziosa che si è guadagnato sul campo l'apprezzamento delle istituzioni e del Paese".

 

Il Reggimento ha origine dal Reggimento delle "Guardie", costituito in Torino il 18 aprile 1659 ed è posto alle dirette dipendenze della Brigata meccanizzata "Granatieri di Sardegna".


condividi: