fonte: Stato Maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito presente alla cerimonia in Olanda.

L’Italia alla guida del NATO Joint Force Command di Brunssum

​"L'aver assunto oggi la guida del NATO Joint Force Command di Brunssum è la conferma dell'eccellenza delle Forze Armate del nostro Paese e del loro prestigio a livello internazionale. Al Generale Miglietta, che da oggi sarà alla guida del Comando, l'augurio di buon lavoro"- Così il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini al termine della cerimonia di cambio al comando del NATO Joint Force Command (JFC) Brunssum tra il Generale dell'Esercito tedesco Jörg Vollmer e il Generale dell'Esercito Italiano Guglielmo Luigi Miglietta, che si è svolta oggi a Brunssum (Olanda).


JFC Brunssum è una struttura NATO ed interforze. Insieme ai due Comandi paritetici, JFC Napoli e JFC Norfolk negli Stati Uniti, è uno dei tre Comandi operativi della NATO dipendenti dal Quartier Generale supremo delle potenze Alleate in Europa - Supreme Headquarters Allied Power Europe (SHAPE). In particolare JFC Brunssum si occupa della gestione della presenza e deterrenza sul fianco est dell'Alleanza atlantica.

 

Alla cerimonia, presieduta dal Comandante supremo delle forze NATO in Europa (SACEUR), Generale Tod D. Wolters, hanno partecipato il Capo di Stato Maggiore della Difesa dei Paesi Bassi, Generale Onno Eichelsheim, e, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il Generale di Corpo d'Armata Pietro Serino, Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano che ha dichiarato: "L'assunzione del comando del Joint Force Command di Brunssum da parte di un generale italiano è significativa del ruolo strategico che gioca l'Italia, in questo momento, nei teatri operativi internazionali per la sicurezza e in particolare in ambito NATO e del suo fianco sud. Un riconoscimento della qualità dei nostri comandanti attualmente impegnati in molte missioni e in crescenti ruoli di responsabilità". Il Generale Serino ha poi ricordato l'importanza del comando internazionale, che ha il compito di pianificare e prevedere le future missioni dell'Alleanza e della NATO Response Force, ma soprattutto la gestione della missione NATO nel Baltico.

 

Nel suo discorso il Generale Miglietta ha evidenziato che: "Le sfide alla sicurezza che affrontiamo oggi sono complesse, multidimensionali e multidominio, incessanti e avvincenti: affrontarle tutte richiederà un'attenzione costante, partnership efficaci e un approccio sinergico. JFC Brunssum giocherà un ruolo fondamentale nel supportare la determinazione della NATO per scoraggiare qualsiasi aggravio dell'attuale scenario strategico, sostenuta dalle capacità e dalla dedizione degli uomini e delle donne al servizio dell'Alleanza".

 

Dei quattro principali Quartier Generali della NATO, quello dislocato nei Paesi Bassi, è l'unico comandato da un generale europeo. In particolare, dal marzo 2016, JFC  Brunssum vede alternarsi al Comando, a cadenza triennale, Ufficiali Generali italiani e tedeschi.

 

Il Comando di Brunssum gestisce la presenza militare della NATO nella parte orientale dell'Alleanza. Questa si estrinseca principalmente attraverso la enhanced Forward Presence (eFP), che contempla lo schieramento di quattro Battlegroup rispettivamente in Estonia, Lettonia, Lituania e Polonia, alimentati a cura delle Framework Nations, supportate dagli altri Alleati, in base alla decisione assunta dai Capi di Stato e di Governo dell'Alleanza durante il Summit di Varsavia del luglio 2016.


L'EFP è una misura di natura difensiva, proporzionata e pienamente in linea con l'impegno internazionale della NATO che intende rafforzare il principio di deterrenza dell'Alleanza.


Nel corso del 2022 JFC Brunssum detiene anche il comando operativo della NATO Response Force (NRF), una forza multinazionale in alta prontezza e tecnologicamente avanzata, composta da componenti terrestri, aeree, marittime e delle forze per operazioni speciali, che l'Alleanza può schierare rapidamente, ovunque sia necessario.

condividi: