L'Ingegnere Militare

​​​​​​​​​​​​​​​​​​Entrare nel Corpo degli Ingegneri dell'Esercito significa applicare le proprie capacità alla risoluzione dei più disparati problemi operativi, nei campi più diversi e difficoltosi.
Per entrare nel Corpo degli Ingegneri si deve concorrere per l'Accademia Militare, oppure, se già in possesso di una laurea magistrale fra quelle ricercate nel bando, concorrere per la Nomina Diretta​.​
L'iter formativo per il Corso in Accademia prevede un corso di studi di 6 anni, due da Allievo dell'Accademia e quattro da Ufficiale, al termine dei quali, deve essere conseguita la laurea.
Segue un anno presso le unità operative dell'Esercito prevalentemente del Genio o delle Trasmissioni.
Successivamente, a seconda dell'indirizzo degli studi compiuti e della Lau​rea conseguita, gli Ufficiali del Corpo vengono assegnati presso i Poli e gli Stabilimenti dell'area logistica d'eccellenza.​