fonte: Stato Maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.

Si concludono a Bari le celebrazioni del Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

Nell'ambito delle celebrazioni per il Giorno dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, la Difesa ha predisposto diverse iniziative che sono culminate con una manifestazione a Bari, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e del Ministro della Difesa, On. Guido Crosetto.


Le celebrazioni sono iniziate con l'arrivo del "Treno della Memoria" – riedizione del convoglio speciale che nel 1921 ha trasportato la salma del "Milite Ignoto" da Aquileia a Roma, partito lo scorso 6 ottobre da Trieste e giunto nella capitale passando per le città di Trento, Milano, Torino, Aosta, Genova, Ancona, Perugia, L'Aquila, Campobasso, Bari, Potenza, Catanzaro Lido, Cagliari, Palermo e Napoli.


Ad attenderne l'arrivo il Ministro della Difesa, Onorevole Guido Crosetto, i Sottosegretari di Stato alla Difesa, l'On. Matteo Perego e la Sen. Isabella Rauti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d'Armata Pietro Serino e gli altri Vertici delle Forze Armate.

Successivamente, le autorità si sono trasferite presso l'Altare della Patria ove il Presidente della Repubblica e le più alte cariche dello Stato, hanno deposto una corona d'alloro presso il Sacello del Milite Ignoto.


La manifestazione principale si è svolta a Bari. È stata dapprima deposta una corona d'alloro presso il Sacrario Militare dei Caduti d'Oltremare e, successivamente, sul lungomare della città, si è svolta la manifestazione celebrativa con lo sfilamento in parata dei Reparti.


Con l'occasione, il Presidente della Repubblica ha conferito le decorazioni dell'Ordine Militare d'Italia alla Bandiera di Guerra dell'8° reggimento bersaglieri, del 4° reggimento genio guastatori e del 4° reggimento artiglieria controaerei "Peschiera", portatrici dei valori legati alla ricorrenza, che sono ancora vivi e ispirano l'operato degli uomini e delle donne dell'Esercito e delle Forze Armate: flessibilità, generosità, lealtà, competenza e tradizione.

 

Analoghe cerimonie di celebrazioni si sono svolte oggi, nelle località sede di Enti e Comandi dell'Esercito Italiano.

 

Il Comandante delle Forze Operative Nord, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale, ha partecipato alla commemorazione presso il Sacrario Militare di Redipuglia, che si è svolta alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica Italiana, Senatore Ignazio La Russa, e del Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Senatore Luca Ciriani, nonché di alte Autorità civili e militari. Presso Villa Giusti, a Padova, luogo di notevole rilevanza storica per aver ospitato la firma dell’armistizio tra il Regno d’Italia e l’Impero Austro-Ungarico al termine della Prima Guerra Mondiale, in collaborazione con la Prefettura, il Comune, la Provincia e l'Università degli Studi di Padova si è tenuta la cerimonia dell’Alzabandiera. Le celebrazioni sono proseguite presso “Palazzo Moroni”, sede del Comune di Padova, dove si è svolto il tradizionale rito dell’accensione della lampada votiva dei Decorati al Valor Militare, a cura dell’Istituto del Nastro Azzurro. Successivamente, sono stati resi gli onori ai Caduti con la deposizione di una corona di alloro, nel ricordo simbolico di quanti, anche giovanissimi, hanno sacrificato la propria vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere.

 

La città di Verona ha celebrato la ricorrenza in piazza Bra con l’Alzabandiera solenne e una mostra statica di mezzi, attrezzature ed equipaggiamenti in dotazione alle Forze Armate, Forze di Polizia e Vigili del Fuoco. A conclusione della cerimonia, il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Massimo Scala e le autorità intervenute hanno consegnato il Tricolore, donato dal Presidente dell’Associazione Sacrario del Monte Baldo, Cav. Giancarlo Rama, ad una rappresentanza di studenti, gesto che simboleggia il passaggio alle nuove generazioni dei valori che il vessillo nazionale rappresenta.

 

A Bolzano, in occasione delle celebrazioni, sono stati letti i messaggi augurali pervenuti dal Ministro della Difesa e dal Presidente della Repubblica. Inoltre, il Comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’Armata Ignazio Gamba, ha consegnato la Bandiera nazionale all'Istituto alberghiero "Cesare Ritz" di Merano e il Commissario di Governo per la Provincia di Bolzano ha conferito le Onorificenze al Merito della Repubblica a personale militare particolarmente distintosi in occasione dei disinneschi degli ordigni bellici risalenti alla seconda guerra mondiale.

 

A Napoli, presso il Mausoleo di Posillipo, le Autorità intervenute hanno deposto le corone di alloro in onore dei Caduti. Successivamente, in Piazza del Plebiscito, si è tenuta la Cerimonia dell’Alzabandiera con la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa. Nel corso della manifestazione è stato consegnato il Tricolore, donato dal Comando delle Forze Operative Sud rappresentato nell'occasione dal Vice Comandante per il Territorio, Generale di Divisione Claudio Minghetti, all'Istituto Comprensivo intitolato alla Medaglia d'Oro al Valor Militare Francesco Baracca. Al termine della cerimonia, presso il Salone delle Muse del Palazzo di Governo, sono state consegnate le onorificenze e le benemerenze concesse dal Presidente della Repubblica ad alcuni cittadini della provincia di Napoli, tra i quali il Sergente dell’Esercito Italiano Ugo Volpe, Medaglia d'oro di vittima del terrorismo, per i fatti avvenuti il 15 luglio del 2012 in Afghanistan.


condividi: