fonte: COMFORDOT

Condividi su Linkedin

La Scuola di Cavalleria in prima linea nel fronteggiare la carenza di sangue

Oggi le prime 25 donazioni, ma altri 100 militari già pronti a donare

​Negli ultimi giorni l’”emergenza sangue” nel Salento è aumentata notevolmente al punto che il Dott. Di Renzo, Primario dell’U.O. Ematologia del P.O. “Vito Fazzi” ha lanciato una richiesta d’aiuto, esortando i cittadini e le varie associazioni di volontari del territorio a recarsi presso l’ospedale per effettuare una donazione ematica.

La Scuola di Cavalleria, che negli ultimi anni è sempre stata in prima linea nella donazione del sangue (staffetta di donazioni in occasione della Festa di San Giorgio Martire, Patrono dell’Arma di Cavalleria, maratona interforze "Insieme per la vita", per citare gli ultimi eventi), ha accolto subito questo accorato appello e ha prontamente diffuso la notizia tra i militari dei propri reparti, che, animati dai valori di solidarietà e partecipazione attiva verso la comunità salentina, hanno garantito la proprio disponibilità.

In poche ore è stata organizzata una campagna di donazioni, strutturata per garantire un continuo approvvigionamento di sacche ematiche nei prossimi mesi.

L’attività ha avuto inizio il 4 marzo, con la presenza di 25 militari, fra i quali il Comandante dell’Istituto, Gen. B. Angelo Minelli, e proseguirà fino al giorno 22 aprile, in accordo con una calendarizzazione pianificata con il direttore medico Dott. Gianpiero Frassanito.

L’auspicio, oltre che venire incontro ad una tangibile necessità e fronteggiare l’emergenza, è che tale esempio venga seguito da molti cittadini, affinché un gesto semplice come quello di scegliere di donare sangue diventi un’azione comune, volta alla tutela della salute e al bene della collettività.

condividi: