Condividi su Linkedin

Conclusa a Verona una delle più grandi manifestazioni italiane dedicate al mondo delle moto.

L’Esercito al Motor Bike Expo, storica manifestazione dedicata al mondo delle moto

​Si è appena conclusa a Verona “Motor Bike Expo 2022”, la manifestazione più grande al mondo dedicata alla moto personalizzata e una delle principali italiane dedicate alle moto e al loro utilizzo: accessori, abbigliamento, itinerari e strutture.

Anche quest’anno l’Esercito Italiano ha partecipato con numerosi reparti, coordinati dal Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto.

All’interno del padiglione 7 della Fiera, è stato allestito un grande stand espositivo dove i numerosi visitatori hanno potuto cimentarsi nell’arrampicata indoor della parete di roccia, grazie alla supervisione degli istruttori del Comando Truppe Alpine, oltre a poter vedere da vicino una selezione di moto storiche come le moto Guzzi “Airone” del 1957, la “Superalce 500” del 1943 e il “Nuovo Falcone 500” del 1970, una Gilera “Saturno 500” del 1951, un Motociclo Bianchi 500 del 1940 ed un Motociclo della casa motociclistica statunitense Indian del 1941, in aggiunta a due uniformi storiche da motociclista della Seconda Guerra Mondiale, a cura del Museo Storico della Motorizzazione Militare di Roma.

Lo stand dell’Esercito Italiano è stato arricchito dalla presenza di un Veicolo Tattico Leggero Multiruolo (VTLM) "Lince", mezzo blindato prodotto dalla Iveco Defence Vehicles di Bolzano, che possiede un elevato livello di protezione contro il fuoco e può operare in ambienti radicalmente diversi per collocazione geografica, condizioni climatiche (-32 C° /+49 C°) e caratteristiche del terreno.

Inoltre, il 185° Reggimento Artiglieria Paracadutisti “Folgore” ha fornito un Quad “Polaris 500 HQ”, mezzo offroad elitrasportabile, ideale per effettuare missioni di ricognizione in ambiente ostile, le cui caratteristiche (motore 4 cilindri da 500 cm³ e velocità fino a 90 km/h) lo rendono un mezzo versatile e di immediato impiego.

Gli appassionati di moto hanno anche potuto mettere alla prova la propria conoscenza delle regole di circolazione stradale grazie al simulatore "Toccafondi Multimedia". Questo simulatore, abitualmente utilizzato dai Reparti Logistici dell'Esercito, consente di scegliere tra un ciclomotore, un veicolo di media o di grossa cilindrata con cambio automatico da guidare su diversi percorsi cittadini, su strade extraurbane, di giorno, di notte e con condizioni meteo particolarmente avverse.

Dopo la presenza a Fieracavalli dello scorso novembre, Verona ha visto per la seconda volta la presenza di Radio Esercito, la web radio della Forza Armata, nata nel 2019 all’interno degli studi del 28° Reggimento Comunicazioni Operative “PAVIA” di Pesaro.

L’emittente radiofonica, interamente gestita da un team di militari professionisti del settore, ha trasmesso in diretta dall’area espositiva, dalle 09.00 alle 18.00 no stop, mandando in onda un palinsesto composto da musica e interviste sia a campioni delle due ruote come, solo per citarne alcuni, il pluricampione mondiale di trial Tony Bou, gli specialisti del rally Franco Picco e Alessandro Botturi, oltre al campione di superbike Andrea Locatelli, l’adventure rider Simone Zignoli ed il giovanissimo campione di minimoto Martin Galiuto, sia a personaggi celebri come Vittorio Brumotti, Dj Ringo e Omar Fantini: tutto in streaming sul sito www.esercito.difesa.it, oltre che sulle principali app e piattaforme di agglomerazione di radio, dando così l’opportunità ai tanti appassionati di moto di vedere in azione speaker e tecnici audio con le stellette.

Infine, il successo dell’evento ha permesso ai militari degli Infoteam promozionali di venire in contatto con molti giovani, fornendo loro informazioni sulle possibilità di accesso e di carriera nell’Esercito come Volontario in Ferma Prefissata (VFP1/VFP4) e sui concorsi per l’accesso alle Scuole Militari, alla Scuola Sottufficiali di Viterbo e all’Accademia Militare di Modena.

condividi: