Condividi su Linkedin

I Granatieri di Sardegna, il Raggruppamento Logistico Centrale (RALOCE) e una delegazione di Allievi Ufficiali del 202° corso “Onore” dell’Accademia Militare hanno incontrato il Papa in piazza S. Pietro e nell’Aula Paolo.

Il Papa: “aiutate la gente ad essere buoni cittadini”

Nei giorni scorsi il Santo Padre ha ricevuto i militari dell'Esercito della Brigata Granatieri di Sardegna, per ringraziarli del quotidiano impegno nella città di Roma a favore della sicurezza di tutti i cittadini.


L'incontro è iniziato con il discorso del Generale di Brigata Liberato Amadio che ha poi passato il testimone al Comandante della Brigata, Generale di Brigata Giovanni Brafa Musicoro, il quale ha fatto omaggio al Santo Padre di un quadro fatto a mano da un militare della Brigata raffigurante il Papa con un Granatiere ed un Lanciere, del caratteristico "Berrettone dei Granatieri" e di un obolo da destinare ad opere di beneficenza a discrezione del Vaticano.


Presenti all'incontro oltre cinquecento persone tra militari della Brigata ed i loro familiari.


Grande l'affetto dimostrato dai militari al Santo Padre e sentite le parole di riconoscimento per lo sforzo che sta facendo a favore della pace nel mondo.


Papa Francesco rivolgendosi ai Granatieri di Sardegna ha detto: "siate sempre, sia nell'ambito lavorativo che nella vita personale e sociale, promotori di solidarietà, aiutando la gente ad essere buoni cittadini e, nell'adempimento della vostra missione, vi accompagni sempre la consapevolezza che ogni persona è amata da Dio, è sua creatura e come tale merita rispetto".


Successivamente, in piazza S. Pietro, una delegazione del Raggruppamento Logistico Centrale, guidata dal Comandante, Generale di Brigata Diego Filippo FULCO, ha partecipato all'Udienza Generale con il Santo Padre.


All'incontro erano presenti circa 200 tra militari e civili del citato Raggruppamento, dell'11° reggimento trasporti "FLAMINIA" e del Reparto Comando, accompagnati dai rispettivi familiari.


Papa Francesco nella sua Omelia ha voluto rimarcare i valori fondamentali della famiglia, la solidarietà e la vicinanza verso gli anziani e i bambini, esortando i presenti alla preghiera.


Il Comandante, al termine dell'incontro, ha omaggiato il Santo Padre con una drappella rappresentante l'effige dell'Ente cui è seguita la benedizione di una targa commemorativa che sarà apposta nella sede del Raggruppamento.


Inoltre, lo scorso 22 giugno, anche una delegazione di Allievi Ufficiali del 202° corso "Onore" dell'Accademia Militare ha partecipato all'Udienza Generale. Il Comandante del Reggimento Allievi dell'Accademia Militare, Colonnello Pasquale Spanò, il Cappellano Militare don Marco Falcone ed una rappresentanza di Allievi, Ufficiali, Sottufficiali e Graduati dell'Accademia modenese, a margine dell'incontro, sono stati ricevuti dal Santo Padre; quest'ultimi hanno chiesto, a Papa Francesco, di benedire un quadro raffigurante il Patrono dell'Esercito, San Giovanni XXIII.


La delegazione militare, prima di congedarsi, ha omaggiato il Santo Padre con il Kepì, tipico copricapo dell'uniforme storica dei cadetti dell'Accademia Militare, che il Pontefice, in segno di riconoscenza, ha prontamente indossato.


condividi: