fonte: COMFOPSUD

Condividi su Linkedin

L'incontro tra il Comandante delle Forze Operative Sud ed il personale in servizio ai reparti di stanza in Sardegna.

Durante gli incontri con il personale è stato illustrato il ruolo della Brigata “Sassari” nel futuro della Forza Armata


Nei giorni scorsi, Il Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d'Armata Giuseppenicola Tota, è andato in Sardegna per visitare alcune unità della Brigata "Sassari".


Accolto dal Colonnello Luigi Viel, vice Comandante della Brigata, il Generale Tota si è recato a Sassari, presso la caserma "La Marmora", sede del Comando Brigata, dove ha incontrato anche i Comandanti del 152° fanteria "Sassari" e del 45° Reparto Comando e Supporti Tattici "Reggio".

 

La visita è proseguita al 5° reggimento genio guastatori, nelle sede di Macomer e successivamente alla caserma Monfenera di Cagliari, dove, ad accogliere il Gen. Tota, sono stati i Comandanti del 151° reggimento e del reggimento logistico della "Sassari". In ognuna di queste sedi, il Generale ha ricevuto un aggiornamento sulle attività in corso e di prossima attuazione.


Il momento più importante della visita è stato l'incontro con il personale militare e civile in servizio presso i Reparti. Durante i suoi interventi, il Comandante delle Forze Operative Sud ha espresso il proprio compiacimento per la conduzione delle attività operative che la Grande Unità Elementare ha attualmente in corso, ad iniziare dall'impegno nell'operazione "Strade Sicure" in Campania e nel Lazio, che vede coinvolti rispettivamente il 3° reggimento bersaglieri ed un battaglione del 151°, per poi mettere in luce la partecipazione all'operazione "Orice" in Qatar, finalizzata a fornire supporto alle Forze Armate qatariote per garantire la sicurezza durante lo svolgimento dei Mondiali di calcio.


Il Generale Tota, a conclusione dei suoi interventi, ha illustrato al personale anche i nuovi orizzonti dell'Esercito ed il ruolo che rivestirà la Brigata in questo quadro, sottolineando anche l'importanza che le famiglie assumono nella vita professionale dei militari.


condividi: