Condividi su Linkedin

I militari del 121° Reggimento "Ravenna" si addestrano tornando a marciare sull'antico percorso della Flaminia Militare

Continua l'addestramento della Batteria controaerei eNRF

Dal 18 al 20 settembre, gli Artiglieri Controaerei del 121° Reggimento “Ravenna”, nelle località tra Monzuno (BO), Madonna dei Fornelli (BO) e San Piero in Sieve (FI), hanno condotto una serie di attività addestrative con lo scopo di preparare il personale a operare in ambiente montano, aumentare la capacità di combattimento a livello individuale e di squadra e affinare l’amalgama dell'unità Stinger/VSHORAD che costituirà la Batteria controaerei nazionale resa disponibile per l’enhanced NATO Responce Force (eNRF) nel periodo 2019-2021.

I militari del 1° Gruppo VSHORAD del “Ravenna”, nel corso delle attività hanno approfondito alcuni aspetti specifici della loro professionalità comprendendo le limitazioni di impiego imposte dalla morfologia del terreno, ma al tempo stesso le potenzialità offerte dall’impiego del sistema d’arma Stinger in ambiente montano.

E’ stata un’attività emozionante e allo stesso tempo istruttiva, che ha permesso di ripercorrere alcuni tratti della Flaminia Militare, una millenaria strada costruita che collegava Felsina (Bologna) con Fiesole (Firenze), costruita dalle legioni romane nel 187 a.c. su volontà del console romano Flaminio.

Pezzi di storia che oggi fanno parte del percorso escursionistico che collega le città di Bologna e Firenze passando attraverso gli Appennini e denominato la “Via degli Dei”. ​

condividi: