fonte: COMFORDOT

Condividi su Linkedin

Dal 7 giugno al 17 settembre, nello splendido cortile di Palazzo Arsenale,  si terrà la seconda edizione del Regio Opera Festival.

“Continuiamo nell’opera formativa ma anche di continua valorizzazione delle ricchezze che custodiamo”

​Nel cortile d’Onore di Palazzo Arsenale, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, alla presenza delle massime autorità civili, militari e di una nutrita rappresentanza di Ufficiali frequentatori, è stata inaugurata la seconda edizione del Regio Opera Festival, con la rappresentazione del Melodramma Cavalleria Rusticana.

Dopo il successo dell’estate scorsa, continua la sinergia con il Teatro Regio di Torino che ritorna nuovamente ad abitare e animare con opere, concerti, balletti e appuntamenti per bambini e famiglie, Palazzo Arsenale, luogo di grande fascino che ha permesso di far scoprire ai torinesi e ai numerosi turisti una meraviglia settecentesca nel centro della città.

Il festival è realizzato con il patrocinio del Ministero della Difesa, del Ministero della Cultura e della Città di Torino.

Il Comandante dell’Istituto di Formazione, Generale di Divisione Mauro D’Ubaldi, nel corso del suo intervento, dopo aver rivolto un indirizzo di saluto al pubblico convenuto ha sottolineato “Continuiamo nell’opera formativa ma anche di continua valorizzazione delle ricchezze che custodiamo”.

L’Impegno del Teatro Regio prevede di sostenere attività specifiche promosse da enti senza scopo di lucro che operano sul territorio della Regione Piemonte e della Valle d’Aosta. In particolare, il contributo va a progetti di promozione e integrazione sociale, di supporto alle fasce più deboli, di inclusione e autonomia delle persone disabili, di impegno nell’emergenza sanitaria e di tutela ambientale. Parte dell’incasso di tre prove generali del Regio Opera Festival andranno a sostenere tre Associazioni e altrettante specifici progetti.


condividi: