fonte: COMFOPSUD

Condividi su Linkedin

Conclusa l’attività addestrativa che ha visto l’impiego combinato di differenti capacità.

Consolidate le capacità delle unità coinvolte per operare in stretto coordinamento tra loro, sia nell’arco diurno sia in quello notturno

L'8° Reggimento Bersaglieri della Brigata "Garibaldi", insieme ad altri reparti della grande unità, ha concluso nei giorni scorsi, presso il poligono permanente di "Capo Teulada", l'esercitazione "Red Autumn 2022", dove circa 500 uomini e donne si sono addestrati nell'ambito di uno scenario operativo.


L'attività è stata concepita oltre che per approntare il personale per i futuri impieghi anche per consolidare le capacità delle unità coinvolte, di operare in stretto coordinamento tra loro, sia nell'arco diurno sia in quello notturno.


L'esercitazione, che ha avuto inizio lo scorso mese di settembre, attraverso un'attività di pianificazione condotta dal Comando dell'8° Reggimento Bersaglieri e dalla Brigata Bersaglieri Garibaldi con il supporto degli altri Reggimenti che la compongono, è culminata in una esercitazione diurna a fuoco condotta secondo l'approccio pluriarma che prevede l'impiego combinato e simultaneo di più capacità.


In particolare, durante le varie fasi dell'esercitazione, sono stati addestrati assetti combat e combat service support a sostegno della manovra delle unità dalla Brigata Bersaglieri Garibaldi a cui si sono aggiunti un assetto IMINT (Imagenary Intelligence), sensori ad elevata connotazione tecnologica, nuclei Tiratori Scelti e nuclei Sorveglianza Acquisizione Obiettivi Visuali.


Il Colonnello Leo Ferrante, Comandante dell'8° Reggimento bersaglieri, al termine dell'attività ha manifestato il proprio apprezzamento per le capacità di pianificazione e condotta delle operazioni espresse dai Comandanti fino ai minimi livelli e per i risultati addestrativi raggiunti dal personale partecipante.


condividi: