fonte: COMFOTER di SPT

Condividi su Linkedin

Impegnati oltre 20.000 podisti nelle 20 staffette regionali  alla manifestazione sportiva patrocinata dall’Esercito.

L’Esercito alla “Run4Hope  Massigen pro AIL 2022”

​Si è conclusa domenica scorsa con l’arrivo dei testimoni, la seconda edizione della “Run4Hope Massigen 2022”, la staffetta benefica a sostegno di AIL , l’Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma che ha coinvolto i principali capoluoghi regionali.

Grande l’entusiasmo dimostrato sin dalla partenza, avvenuta sabato 21 maggio, da parte degli oltre 20.000 podisti aderenti in tutta Italia, anche grazie ai 23 Reparti dell’Esercito Italiano, patrocinatore dell’evento, alle 400 associazioni sportive e alle numerose amministrazioni locali che assieme ai runners hanno promosso la raccolta di donazioni a favore di AIL. Un’iniziativa unica nel suo genere, articolata su staffette regionali che si svolgono in contemporanea, con partenze e arrivi organizzati tendenzialmente nei principali capoluoghi regionali, che ha coinvolto moltissimi militari dei Reparti dipendenti dalle Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona, coordinatore dell’evento, dalle Forze Operative Sud di Napoli e dal Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino, permettendo di fornire un grande contributo a questa nobile causa. Le donazioni dei runners a favore di AIL, sosterranno anche i progetti promossi a beneficio dei pazienti ucraini affetti da tumori del sangue accolti in Italia.

Tra i molti luoghi di rilevante interesse attraversati dalle staffette si citano in particolare, Roma, Palermo, Napoli, Firenze, Torino, Treviso, Bari, Pesaro, Bologna, Cagliari, Padova e moltissime altre splendide città della nostra penisola.

A Verona, la staffetta del Comando e del Reparto Comando del COMFOTER di Supporto, è stata accolta, dalla campionessa olimpica di salto in alto ai giochi di Mosca del 1980, Sara Simeoni. Molto soddisfatto per l’impegno e la determinazione con cui gli uomini e le donne dei reggimenti interessati hanno partecipato all’evento benefico, il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Massimo Scala: “Siamo davvero orgogliosi di aver fornito, ancora una volta, il nostro contributo ad una manifestazione sportiva costantemente caratterizzata da spirito benefico - ha dichiarato il Gen. Scala - contribuendo così ad accendere i riflettori su una nobile causa quale quella della lotta alle leucemie, ai linfomi e ai mielomi. Siamo certi - ha aggiunto - che la nostra vicinanza a tutti i cittadini, sportivi e non, abbia trasmesso i valori pienamente condivisi dalla grande famiglia dell'Esercito Italiano: coraggio, preparazione professionale, senso del dovere, responsabilità, tenacia, spirito di corpo e abnegazione, principi cardine su cui si fonda la nostra Istituzione”.


Immancabile la presenza ancora una volta a Verona di Radio Esercito, che ha trasmesso in diffusione nella centralissima Piazza Bra il suo palinsesto musicale incitando in diretta i podisti di tutta Italia.

condividi: