fonte: Stato Maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito partecipa alla cerimonia dell’anniversario della Battaglia di Mignano Monte Lungo.

Celebrata al Sacrario di Mignano Monte Lungo, la battaglia dell’8 dicembre del 1943

​Nei giorni scorsi, presso il Sacrario Militare di Mignano Monte Lungo, è stato celebrato il 79° Anniversario dell'omonima battaglia, combattuta nel secondo conflitto mondiale, per la quale la città fu insignita della Medaglia d'Oro al Valor Militare e della Medaglia d'Oro al Merito Civile.

L’importanza storica degli eventi storici rievocati è tale che anche il CalendEsercito 2023 è dedicato a quanto accadde nelle settimane che seguirono l’armistizio, a seguito dell’8 settembre 1943, quando i soldati italiani continuarono a combattere per contrastare l’aggressione tedesca. In soli 98 giorni, l’Esercito Italiano seppe reagire, combattere e vincere a Mignano Monte Lungo, rientrando in linea con il I Raggruppamento Motorizzato per liberare il proprio Paese con determinazione e saldezza morale.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Isabella Rauti e del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino. Dopo la deposizione di corona in memoria dei Caduti, il Generale Serino, emozionato nel ricordare come Mignano Monte Lungo rappresenti un punto centrale e focale della storia d’Italia, ha sottolineato che "L’Esercito Italiano, così come tutti gli italiani, possano e debbano andare fieri e “a testa alta” per come hanno superato uno dei momenti più bui e tragici della nostra storia nazionale”.

Il Sottosegretario alla Difesa Rauti, nel ricordare il sacrificio estremo di quei ragazzi che hanno combattuto la battaglia di Monte Lungo, ha evidenziato che "Anno dopo anno torniamo a Mignano Monte Lungo per ricordare e per ritrovare, nella trama della storia, il filo della nostra democrazia e della nostra libertà. La Difesa, unita dal sacro giuramento di difendere e servire il nostro Paese, non farà mai mancare il contributo necessario ad affrontare e vincere le sfide di oggi e di domani, con la stessa identica determinazione con cui ha affrontato quelle del passato”.

Alla celebrazione erano presenti, tra gli altri, il Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota, il Sindaco di Mignano Monte Lungo, Andrea De Luca, il Presidente Associazione Nazionale Combattenti Forze Armate Regolari Guerra di Liberazione (ANCFARGL), Generale di Corpo d’Armata Enrico Pino e il Prefetto di Caserta, dott. Giuseppe Castaldo.

Nello schieramento interforze, per la resa degli onori, era inquadrata la Bandiera di Guerra del 17° Reggimento addestramento volontari “Acqui”, un plotone dell’80° Reggimento addestramento volontari “Roma”, una rappresentanza degli allievi della Scuola Militare "Nunziatella" e la fanfara della Brigata “Garibaldi”.

condividi: