Giovanni Fungo

Generale di Corpo d'Armata

Il Generale di Corpo d’Armata Giovanni FUNGO è nato il 5 luglio 1960 a Torino e ha frequentato il 161° Corso dell'Accademia Militare. Nominato Sottotenente di Cavalleria nel 1981, nel 1984 è stato assegnato al 15° Gruppo Squadroni "Cavalleggeri di Lodi", dove ha comandato il 2° Squadrone Esplorante.
Nel 1987 viene trasferito all'8° Gruppo Squadroni "Lancieri di Montebello", dove ha ricoperto l'incarico di Comandante di Squadrone meccanizzato.
Successivamente viene assegnato alla Scuola di Applicazione quale Comandante di Sezione e, nel settembre del 1991, viene trasferito al 6° Gruppo Squadroni "Lancieri di Aosta" quale Comandante di Squadrone Carri e Capo Sezione OAI, partecipando all'operazione "Vespri Siciliani” fin dai suoi esordi.
Nel 1994 frequenta il 118° Corso di Stato Maggiore.
Nel 1994 è inviato alla frequenza dell'Army Command and Staff Course dell'UK Army. Nel 1995 viene assegnato quale Ufficiale di Scambio al Comando della 3 (UK) Division. In tale periodo è stato responsabile della pianificazione congiunta delle attività addestrative e operative dei Comandi e delle unità nazionali affiliate alla Grande Unità Britannica.
Nel 1996 presta servizio allo Stato Maggiore dell'Esercito -III Reparto -Ufficio Politica Militare e Regolamenti. Frequenta il 120° Corso Superiore di Stato Maggiore e il 4° Corso ISSMI nell’anno accademico 1997/98.
Dal settembre 1998 al novembre 1999 ha comandato il 1° Gruppo Squadroni del Reggimento "Cavalleggeri Guide" (19°), prendendo parte alle Operazioni "Joint Guarantor" in Macedonia, quale Comandante di Gruppo Tattico RSTA e, "Joint Guardian" in Kosovo.
Rientrato in patria è Capo Centro RSTA e Manovra. In tale veste ha contribuito all'elaborazione della dottrina relativa alla funzione RSTA ed ha assicurato l'addestramento specialistico e di integrazione dei reparti esploranti e di quelli dedicati alla funzione RSTA. Durante tale periodo ha anche disimpegnato l'incarico di Military Assistant del Comandante di KFOR in Kosovo.
Nell'aprile del 2003 assume il comando del Reggimento Addestrativo RSTA. Successivamente viene assegnato nuovamente allo Stato Maggiore dell'Esercito quale Capo Ufficio Risorse Organizzative e Comunicazione.
Nel 2007 è al Comando ISAF in Afghanistan, dove disimpegna l'incarico di Deputy DCOS Support, seguendo gli aspetti relativi alle esigenze logistiche e di supporto del Teatro di Operazioni Afgano. Dal 12 dicembre 2007 ricopre l'incarico di Capo Ufficio Pubblica Informazione dello Stato Maggiore dell'Esercito e di Portavoce del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito. Promosso Generale di Brigata, ha comandato la Brigata di Cavalleria "Pozzuolo del Friuli".
Dal 2010 al 2013 ha ricoperto l'incarico di Assistant Chief of Staff Capability Engineering e IT Senior National Officer presso il Supreme Allied Command Trasformation in Norfolk (USA).
Al rientro in Italia disimpegna gli incarichi di Vice Comandante per la Formazione dell’Esercito e di Capo di Stato Maggiore del Comando di Reazione Rapida della NATO (NRDC-ITA). Capo del II Reparto Informazioni e Sicurezza dello Stato Maggiore della Difesa per due anni, da settembre 2016 a novembre 2017 ha comandato la missione NATO KFOR in Kosovo.
Assolve, rientrato l’incarico di Vice Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri e Comando Operativo Esercito e dal 2 febbraio 2018 Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’ Esercito.
E’ laureato in Scienze Strategiche presso l'Università di Torino ed ha conseguito il Master di 2° livello in "Comunicazione Istituzionale” presso l'Università di Roma "Tor Vergata".
E’ decorato di una Medaglia d'Argento al Valore dell'Esercito, una Croce di Bronzo al merito dell'Esercito, di Medaglia Militare di Bronzo al merito di lungo Comando, della Legion of Merit Statunitense.