Maurizio Riccò

Generale di Divisione

Il Generale di Divisione Maurizio Riccò si è arruolato il 23 Settembre 1983 con il 165° Corso dell’Accademia Militare di Modena. Successivamente alla nomina a Sottotenente ha frequentato la Scuola di Applicazione di Artiglieria in Torino.

Ha inoltre frequentato il 122° Corso di Stato Maggiore, il 101° Senior Course presso il NATO Defence College in Roma, l’“Institut des hautes études de défense nationale” e il “Centre des hautes études militaires” in Parigi.

Durante la sua carriera ha prestato servizio come Comandante di Batteria obici e mortai presso il 185° Gruppo Artiglieria da campagna paracadutisti “Viterbo” in Livorno e Comandante di Batteria Tiro e Supporto Tecnico presso il 1° Gruppo del Reggimento Artiglieria a cavallo in Milano; è stato Comandante di Gruppo presso il 132° Reggimento Artiglieria corazzata “Ariete” in Maniago, Comandante del 132° Reggimento Artiglieria Corazzata e Comandante della Brigata Meccanizzata "Granatieri di Sardegna". Durante quest'ultimo incarico è stato anche Comandante dell’Operazione “Strade Sicure” nelle Regioni del Centro Italia.

Il Generale Riccò ha maturato una notevole esperienza internazionale. Ha servito come Italian Liaison Officer nell’ambito della missione UNOSOM II HQ a Mogadiscio (Somalia); Osservatore militare presso UNIKOM in Iraq e Kuwait; Ufficiale di Stato Maggiore Operazioni/Intelligence presso il Comitato Militare del Quartier Generale della NATO in Bruxelles (Belgio); Assistente Militare al Sottocapo Logistico presso il Quartier Generale della NATO nella Missione SFOR in Sarajevo (Bosnia-Erzegovina); Comandante del Gruppo tattico italiano ISAF IV a Kabul (Afghanistan); Ufficiale coordinatore dell’Ufficio del Capo di Stato Maggiore del Comando NRDC-ITA che assume a Kabul il comando della missione ISAF; Capo J5 e poi Comandante della Joint Task Force Ovest della Brigata “Granatieri di Sardegna” per la Missione Internazionale delle Nazioni Unite in Libano (UNIFIL); Capo di Stato Maggiore del Comando della missione navale europea nel Mediterraneo denominata “European Union Naval Force Mediterranean” (EUNAVFORMED) a Roma; Vice Capo di Stato Maggiore per le Operazioni e Capo di Stato Maggiore del Comando NRDC-ITA. Dal 3 dicembre 2018 al 9 gennaio 2022 è stato Capo del IV Reparto Logistico presso lo Stato Maggiore dell'Esercito Italiano.

E’ coautore degli articoli “Effects based Operations: tra sogno e realtà di facili vittorie” e “Il Nuovo Concetto Strategico della NATO: tra giustificazione della propria esistenza e fucina di idee per i problemi del futuro”, pubblicati rispettivamente sulla Rivista Militare e Informazioni della Difesa.

Dal 10 gennaio 2022 è Comandante Logistico dell'Esercito.