source: COMFOTER di Supporto

"Ius in bello e ius ad bellum" al Circolo Ufficiali di Castelvecchio a Verona

“Le Forze Armate e il Diritto Internazionale Umanitario” a Verona

Si è svolto a Verona, nel Salone d’Onore del circolo dell’Esercito di Castelvecchio, il convegno sul tema “Le  Forze Armate e il Diritto Internazionale Umanitario”.


Nel suo intervento d’apertura, il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d'Armata Giuseppenicola Tota, ha sottolineato come “il rispetto del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani diviene di importanza strategica per chi opera fuori area: costituisce infatti una vera e propria “arma” nelle mani del soldato, attraverso la quale rafforzare la legittimità della presenza nei teatri operativi e gettare le fondamenta per il successo non solo militare, ma anche politico dell’intera operazione”. 


L’incontro, organizzato dall’Associazione Amici delle Forze Armate e di Polizia di Verona, ha visto l’intervento di tre illustri relatori, il Dott. Vincenzo Santoro, Presidente del Tribunale Militare di Verona che ha trattato alcuni temi sull'applicazione del diritto penale nei contesti operativi, la Prof.ssa Ida Caracciolo, Professore ordinario di diritto internazionale nell'Università della Campania "Luigi Vanvitelli", nonché docente presso il Centro Alti Studi della Difesa (CASD) e Giudice della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo che ha parlato dei conflitti asimmetrici e del diritto internazionale umanitario ad essi applicabile e infine Il Dott. Romeo Michele Jasinski, Tenente CRI e Consigliere Giuridico Militare che ha approfondito il tema della salvaguardia dei beni ambientali e architettonici nei teatri operativi.


Il convegno è stato introdotto dal Gen. (ris) Giuseppe Roberto Specchia, Presidente dell’Associazione Amici delle Forze Armate e di Polizia di Verona  e moderato dal Ten. Col. Amedeo De Maio, consigliere giuridico nelle Forze Armate e  in servizio al Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto.




share: