Quasi 600 grammi di marijuana nello zaino: 29enne straniero bloccato dall’Esercito e arrestato dalla Polizia di Stato.

I militari di Strade Sicure bloccano spacciatore a Roma

Dovrà rispondere con rito direttissimo, dinanzi all'autorità giudiziaria, del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti uno straniero fermato durante le festività pasquali alla metro C "Malatesta" nel corso di un controllo da parte dei militari dell'Esercito che operano nell'ambito dell'operazione "Strade Sicure".

 

Vista la grande agitazione del ragazzo, i Lagunari appartenenti al Raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo, che opera sotto il Comando della Brigata Sassari, per approfondire il controllo, lo hanno invitato ad aprire lo zaino.

 

Hanno così scoperto, avvolta in diversi asciugamani, per nascondere e camuffarne l'odore, quasi 600 grammi di marijuana. Immediato l'intervento di una pattuglia di agenti della Polizia di Stato del commissariato Porta Maggiore, che, raccolta la segnalazione dei militari, hanno proceduto all'arresto e al sequestro della sostanza stupefacente.

 

Circa 7.000 sono i soldati impegnati nell'ambito dell'Operazione "Strade Sicure", in concorso alle Forze dell'Ordine per il presidio del territorio e dei principali siti e aree metropolitane. Su tutto il territorio nazionale, dal 1° gennaio 2017 a oggi, l'Esercito ha consentito l'identificazione di 44.197 persone, 232 delle quali poste in stato di fermo, 107 denunciate, 10.833 veicoli controllati, 7 sequestri di armi e 511 sequestri di articoli contraffatti (vestiario, CD/DVD e altro).


condividi: