fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

La solidarietà dei trasmettitori dell’Esercito.

Uova di cioccolata ai bambini ricoverati in ospedale e derrate alimentari e altri materiali per le persone in difficoltà

​In occasione delle prossime festività pasquali, il personale del Comando Trasmissioni e del dipendente Battaglione Trasmissioni “VULTURE” hanno organizzato, nelle rispettive sedi di Roma e Nocera Inferiore, alcune donazioni a favore di una ONLUS e di un Ospedale pediatrico.

La due giorni di solidarietà ha avuto inizio lunedì quando il personale della caserma “Libroia” si è recato presso l'ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore per donare le tradizionali uova di cioccolato ai bambini ricoverati nel reparto di pediatria.

Le uova sono state acquistate nell’ambito dell’iniziativa di beneficenza a favore della ONLUS ENEA (European NEuroblastoma Association), patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. ENEA è un’associazione guidata da genitori con esperienza diretta della malattia, la quale si occupa anche della raccolta fondi necessaria a garantire la continuità a due progetti di ricerca, uno a livello nazionale, presso l’Ospedale pediatrico “Anna Meyer” di Firenze, e l’altro in ambito internazionale, presso l’Università di LUND in Svezia.

Il 30 marzo, invece, una piccola rappresentanza di militari della Caserma “Perotti”, sede del Comando Trasmissioni, ha consegnato derrate alimentari e materiale di cancelleria ai responsabili della ONLUS “Solidarietà Nomadelfia ODV”. L’Associazione, formata da volontari, si prefigge lo scopo di sostenere quelle realtà e quei progetti che promuovono la cultura della fraternità e della giustizia, sia direttamete, attraverso interventi di assistenza e vicinanza ai più poveri, sia indirettamente, con eventi e manifestazioni volti a favorire la diffusione di questi valori.

Unanimi e sentite le parole di ringraziamento giunte dal Primario del reparto di pediatria e terapia intensiva neonatale dell’Ospedale “Umberto I” di Nocera e dal responsabile della ONLUS “Nomadelfia”, che hanno apprezzato la generosità e la sensibilità dimostrata dagli uomini e dalle donne dell'Esercito, che attraverso un piccolo ma significativo gesto hanno contribuito al miglioramento delle condizioni di vita di coloro che vivono ogni giorno in condizioni di difficoltà e disagio.

condividi: