fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

"Individual Military Training” a carattere joint e combined per gli operatori CIMIC, per incrementare la prontezza in ambito NATO.

Sessioni ad hoc per ogni scenario operativo grazie al ciclo virtuoso messo in atto dagli operatori del Multinational CIMIC Group.

​Si è svolta nei giorni scorsi la sessione di Individual Military Training che ha visto interessato il personale interforze e multinazionale del Multinational CIMIC Group di Motta di Livenza (TV), finalizzata ad incrementare le procedure e le tattiche in ottica joint e combined.

L’attività ha avuto l’obiettivo di mantenere e migliorare il livello di preparazione degli operatori CIMIC prontamente dispiegabili ovunque e in un breve lasso di tempo, come ha dimostrato la recente partecipazione di un assetto specialistico all’operazione NATO “Allied Solace” per il coordinamento e la sicura evacuazione, nonché ridispiegamento, dei cittadini afghani a seguito dei recenti avvenimenti che hanno colpito lo stesso stato dell’Afghanistan.

L’addestramento, svoltosi in diverse aree addestrative friulane, ha previsto variegate attività teoriche e pratiche finalizzate, altresì, all’imminente Combat Readiness Evaluation (CREVAL) della NATO, prevista per l’ultima settimana di novembre.

L’obiettivo è stato quello di mantenere un livello di prontezza costantemente elevato per poter rispondere alle necessità dell’Alleanza Atlantica, attraverso il pacchetto della NATO Response Force (NRF), e continuare a essere un punto di riferimento per la funzione operativa di civil-military cooperation in ambito nazionale ed internazionale.

Le lezioni, a carattere generale durante la prima settimana e focalizzate sui diversi teatri operativi nella seconda, sono spaziate dal Counter Improvised Explosive Device (IED) alla Pubblica Informazione, da attività di tiro a fuoco a sessioni di CBRN, nonché, ovviamente, sulla civil-military cooperation.

condividi: