fonte: COMFORDOT

Condividi su Linkedin

 Concluso a Cesano di Roma un ciclo addestrativo a favore dei VFP4 dell'Esercito per la specializzazione all’incarico di “Mortaista”.

Impiego dei mortai per i Volontari in Ferma Prefissata dell'Esercito Italiano

​34 Volontari in Ferma Prefissata (VFP4) hanno terminato oggi, presso la Scuola di Fanteria, un ciclo addestrativo, della durata di sette settimane, finalizzato all’utilizzo dei mortai in dotazione all’Esercito, prima di poter essere impiegati nell'incarico di "Mortaista" presso i reparti operativi della Forza Armata.

Sotto la guida degli istruttori dell'Istituto, i giovani militari si sono concentrati sull’utilizzo del mortaio medio Expal da 81mm e del mortaio pesante Thomson-Brandt da 120mm. I Volontari hanno studiato la metodologia per il calcolo dei dati di tiro e si sono cimentati sull’osservazione del tiro e sulla valutazione degli effetti del fuoco sugli obiettivi da colpire.

L’addestramento si è concluso con un’esercitazione finale, svoltasi nel poligono di Monte Romano alla presenza del Comandante della Scuola di Fanteria, Generale di Brigata Roberto Viglietta, nel corso della quale i Volontari hanno svolto diversi esercizi di tiro, alcuni particolarmente complessi, sino al rischieramento dell’unità in altra zona dalla quale proseguire l’azione di fuoco.

L’addestramento all’impiego dei mortai rientra nell'attività formativa e di specializzazione dei Volontari in Ferma Prefissata.

condividi: