fonte: NRDC-ITA

Si è svolta oggi, presso il Comando del NATO Rapid Deployable Corps Italy, la conferenza sul tema “American roots of European integration and Europe today”.

Il ruolo degli Stati Uniti nella geopolitica contemporanea ed in particolare nel continente europeo

​Relatore d’eccezione, il Professor Lucio Caracciolo, direttore di Limes e editorialista di La Repubblica, nonché uno dei massimi esperti di geopolitica in Italia. Tra le autorità presenti meritano menzione l’Ambasciatore Claudio Bisogniero, già rappresentante permanente italiano presso la NATO a Bruxelles, il Generale di Corpo d’Armata Luciano Portolano, Capo di Stato Maggiore dell’Allied Joint Force Command Naples, e il Generale di Divisione Fabio Polli, Comandante della Divisione “Acqui”.


L’evento è stata una preziosa occasione per approfondire il ruolo degli Stati Uniti nella geopolitica contemporanea ed in particolare nel continente europeo. Nel corso della conferenza-dibattito, il Professor Caracciolo, esponendo il proprio personale punto di vista e ricalcando la linea editoriale dell’ultima edizione della rivista che dirige, ha descritto le prospettive della presenza statunitense in Europa e del correlato peso della NATO. Il relatore si è soffermato sulla notevole incidenza  nello sviluppo delle comunità del Vecchio Continente esercitata dall’azione dell’Alleanza Atlantica.


Tra le tematiche affrontate non sono mancati interessanti spunti di riflessione sul ruolo, gli interessi e le ambizioni future, sempre nell’area continentale, di determinanti attori geostrategici quali Cina e Russia.


L’analisi esposta, sul tema dei rapporti tra Europa e Stati Uniti d’America, ha rappresentato per gli uomini e le donne del comando multinazionale di Milano un importante strumento per trarre importanti spunti di riflessione utili a comprendere le dinamiche del quadro geopolitico mondiale. Quanto sopra, anche e soprattutto attraverso il confronto critico reso possibile con chi, al di fuori del contesto militare, presenta punti di vista diversi da quello istituzionale.


Lo studio e la valutazione dello scenario geostrategico sono, infatti, attività fondamentali e prodromiche per NRDC-ITA che, dopo aver di recente rivestito il ruolo di Land Component Command della NATO Response Force, continua a mantenere alto il proprio livello di prontezza operativa, svolgendo nel contempo il ruolo di hub per l’addestramento e la formazione delle unità nazionali affiliate.

condividi: