Condividi su Linkedin

L’Onorevole Mulè in visita a Palazzo San Marco, storica sede dell’Istituto Geografico Militare di Firenze.

Istituto Geografico Militare, punto di riferimento nella tutela e diffusione del sapere geografico anche per le nuove generazioni

​Il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Onorevole Giorgio Mulè, si è recato ieri in visita a Palazzo San Marco, storica sede dell’Istituto Geografico Militare, ente che dipende dal Comando Militare della Capitale. L’Onorevole Mulè è stato accolto dal Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante Militare della Capitale, e dal Generale di Divisione Pietro Tornabene, Comandante dell’Istituto. Dopo l’office call, l’Onorevole Mulè ha assistito a un briefing su organizzazione, missione e obiettivi dell’Istituto Geografico Militare. Particolare attenzione è stata incentrata sulle molteplici e peculiari attività dell’Istituto che spaziano dalla manutenzione dei confini di Stato, al supporto tecnico alle Unità e ai Comandi della Forza Armata. Sullo sfondo, la tutela di un patrimonio cartografico che, traendo origini da passate generazioni, si amplia quotidianamente grazie al lavoro dei tecnici, civili e militari, e permette di assicurare ai numerosi utenti, sia pubblici sia privati, prodotti cartografici che offrono la totale garanzia, in termini di contenuti e di ufficialità, per la descrizione del territorio. Un momento conclusivo è stato dedicato alla componente territoriale dell’IGM e ai suoi compiti di natura presidiaria e sanitaria.

L’Onorevole Mulè ha incontrato una rappresentanza del personale dell’IGM e ha espresso parole di profondo apprezzamento per “l’importante lavoro e l’impegno quotidiano profuso nel percorso che ha portato l’ente cartografico di Stato a diventare una risorsa fondamentale e un punto di riferimento non solo nazionale nella tutela e diffusione del sapere geografico anche per le nuove generazioni”. Il Sottosegretario della Difesa ha evidenziato quanto questo impegno rappresenti “una tangibile dimostrazione di come le Forze Armate siano costantemente alla ricerca di sinergie in svariati ambiti con la società e le altre Istituzioni italiane ed estere”. Il Generale Castellano, nel ringraziare il Sottosegretario alla Difesa, ha sottolineato come la presenza dell’Onorevole all’IGM “gratifichi tutto il personale che in silenzio opera con abnegazione e zelo rendendo l’ente cartografico dello Stato un’eccellenza della cartografia nel panorama europeo”. Il Generale Tornabene ha ringraziato il Sottosegretario alla Difesa Mulè per la gradita visita istituzionale che è proseguita presso il Museo storico della Cartografia Italiana e si è conclusa all’interno della storica biblioteca dove è stato firmato l’Albo d’Onore. Tutte le attività si sono svolte nel pieno rispetto delle normative per il contenimento dell’epidemia da COVID-19.

condividi: