fonte: UNIFIL

Il personale dell’Esercito del contingente italiano in Libano impegnato nella Reserve Integrated Tactical Exercise.

Testate le capacità di coordinamento e cooperazione tra i vari assetti delle unità della riserva

​Una Task force italiana, unitamente ad assetti francesi e finlandesi e a due plotoni irlandese e malese sono stati i protagonisti della RITEX, Reserve Integrated Tactical Exercise.


L'attività, pianificata e coordinata dalla Joint Task Force Lebanon - Sector West (unità composta principalmente da soldati della Brigata "Granatieri di Sardegna"), ha voluto testare le capacità di coordinamento e cooperazione dei vari assetti che compongono la riserva, unità tatticamente indispensabili per assicurare il margine di manovra di cui necessita la missione in Libano UNIFIL.


Ruolo cardine hanno rivestito le comunicazioni, nella verifica dell'interoperabilità tra i vari assetti anche la realizzazione di un posto comando tattico (Tactical Command Post) deputato alla gestione e supervisione delle attività addestrative delle varie articolazioni e centro nodale delle attività C4i (comando controllo computer comunicazione intelligence).


Il confronto tra contingenti ha rappresentato un momento di crescita professionale e di miglioramento delle capacità di gestione, interazione e cooperazione per i peacekeeper che quotidianamente operano in una AoR (area of responsibility) di oltre 650 kmq tra il fiume Litani e la Blue Line.

condividi: