fonte: Brigata Folgore

Condividi su Linkedin

Il 30 aprile del 1941, nel pieno del secondo conflitto mondiale, 72 paracadutisti si aviolanciavano sull'isola Greca di Cefalonia.

La Folgore ricorda il primo storico lancio di guerra sull'isola di Cefalonia

​​​​

Si è svolta ieri, nella caserma "Vannucci", la Festa di Corpo del 187° Reggimento paracadutisti in occasione del 75° anniversario del primo lancio di guerra effettuato dai paracadutisti dell'Esercito Italiano.


Era il 30 aprile del 1941, quando, nel pieno del secondo conflitto mondiale, 72 paracadutisti si aviolanciavano sull'isola Greca di Cefalonia nell'ambito di una complessa operazione tesa a contrastare le allora forze nemiche.


Ogni anno, i paracadutisti del 187° Reggimento ricordano quella storica data, celebrando il valore di chi li ha preceduti, ma soprattutto l'amor di Patria, onorato con la risposta a quella chiamata che li spinse nell'adempimento del proprio dovere.


Alla cerimonia hanno partecipato il Comandante della Brigata Paracadutisti Folgore, Generale di Brigata Giovanni Maria Iannucci, autorità civili, religiose e militari e tanti ex che hanno servito nei ranghi del 187° Reggimento.


La presenza di studenti di alcune scuole cittadine ha fatto da cornice alla cerimonia, che si è conclusa con la visita ad una mostra statica dei principali mezzi e materiali in uso.


Splendida occasione per avvicinare i numerosi ospiti alla realtà dei paracadutisti di oggi impegnati attivamente in territorio Nazionale ed estero.


condividi: