Condividi su Linkedin

Conclusa a Verona la 123ª edizione della storica manifestazione italiana dedicata al mondo dei cavalli e dell’equitazione.

L’ Esercito a Fieracavalli, storica manifestazione dedicata al mondo equestre

​Si è conclusa nei giorni scorsi a Verona “Fieracavalli”, la più grande manifestazione italiana dedicata al mondo dei cavalli e dell’equitazione, giunta alla 123ª edizione.
Anche quest’anno, durante i 7 giorni di apertura, non è mancata la presenza dell’Esercito che ha partecipato con numerosi reparti, coordinati dal Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto.

In particolare, durante il primo fine settimana, a cura della Brigata alpina “Taurinense”, è stata allestita una parete di roccia e personale istruttore del 3° Reggimento Alpini ha invitato i visitatori, soprattutto i più piccoli, a provare l’emozione dell’arrampicata indoor. Entusiasmo che è proseguito poi nella seconda parte di Fieracavalli, dove la parete di roccia è stata sostituita da un percorso motorio adatto ai più piccoli, sotto la costante supervisione degli Istruttori militari di educazione fisica del Reparto Comando del COMFOTER di Supporto. La mostra statica è stata inoltre arricchita da un VTLM “Lince” messo a disposizione dal 4° Reggimento Artiglieria Controaerei “Peschiera” che ha catalizzato l’attenzione di molti ospiti, i quali hanno potuto vedere il mezzo da vicino e chiedere informazioni e curiosità.

Anche il Reggimento Artiglieria Terrestre a Cavallo “Voloire” ha dato il suo prezioso contributo al successo della manifestazione attraverso l’allestimento di una mostra statica all’interno dello stand fieristico, ma soprattutto con la partecipazione di una Sezione a cavallo in formazione ridotta con tre pariglie di cavalli ed i conducenti in uniforme di foggia risorgimentale, più precisamente del 1887, anno in cui si è costituito il Reggimento di Artiglieria a Cavallo nella città di Milano che, da allora, ne ospita tutta la componente ippica. La Sezione a cavallo ha sfilato con un pezzo di artiglieria 75/27, costruito dalle industrie tedesche Krupp nel 1912, versione modificata del modello del 1906 ideata appositamente per equipaggiare i reparti di Artiglieria a Cavallo durante la Grande Guerra.

Alla manifestazione hanno partecipato anche 12 binomi dell’Accademia Militare di Modena che hanno scortato, al loro arrivo in fiera, il convoglio del Paradriving 2021, un vero e proprio viaggio con le carrozze e i cavalli che, partendo dalle scuderie di Palazzo Ducale di Modena, ha portato a Verona circa 50 persone disabili che si sono date il cambio lungo il percorso.

L’iniziativa, nata nel 2018, è il frutto dalla collaborazione tra Asd Equilandia Club e Azienda Agricola Villa Forni, due realtà che collaborano in progetti di equitazione integrata sul territorio modenese, con il sostegno di ASAM Onlus, dell’Accademia Militare di Modena, delle Amministrazioni dei paesi attraversati, della FISE (Federazione Italiane Sport Equestri), ANAC (Associazione nazionale arma di cavalleria, sezione Modena.), della fondazione Società Cattolica di Assicurazioni e di Fondazione VIVO.
Alle manifestazioni sportive connesse all’edizione 2021 di Fieracavalli, erano presenti anche binomi provenienti dal Centro Militare di Equitazione di Montelibretti, che, in special modo nelle prove della tappa di Coppa del Mondo, si sono ottimamente comportati, raggiungendo risultati di tutto rilievo. In risalto soprattutto i piazzamenti del Caporal Maggiore Guido Franchi e del Caporal Maggiore Scelto Simone Coata.

La grande novità di quest’edizione è stata, tuttavia, la presenza di Radio Esercito, la web radio della Forza Armata, nata nel giugno 2019 all’interno degli studi del 28° Reggimento Comunicazioni Operative “Pavia” di Pesaro.
L’emittente radiofonica ha trasmesso direttamente dall’area espositiva, dalle 09.00 alle 18.00 di ogni giornata di fiera, mandando in onda un palinsesto composto di tanta musica e numerose interviste sia a personaggi celebri, sia al pubblico intervenuto, dando così l’opportunità ai tanti visitatori di vedere in azione speaker e tecnici audio con le stellette.

Inoltre, i disinfettori del COMFOTER di Supporto si sono fatti carico dell’intera sanificazione preventiva della fiera, in particolare dei circa 3mila box dedicati al rimessaggio dei cavalli e di tutti i mezzi dedicati al trasporto degli equini in entrata e in uscita, per tutta la durata della manifestazione.

Il successo di afflusso dell’evento, circa 100mila visitatori, ha permesso ai militari dell’Infoteam promozionale di entrare in contatto con molti giovani, fornendo loro informazioni sulle possibilità di carriera nell’Esercito come Volontario in Ferma Prefissata (VFP1) e sui concorsi per l’accesso alle Scuole Militari, Accademia Militare di Modena e Scuola Sottufficiali di Viterbo.

condividi: