fonte: COMFOTER di Supporto

Su richiesta della Prefettura, il nucleo disinfettori dell’Esercito è intervenuto negli uffici della Questura di Verona.

Stretta sinergia tra Esercito Italiano e Polizia di Stato

​Proseguono senza sosta le operazioni di sanificazione richieste dall’autorità prefettizia nell’ambito delle attività di prevenzione contro la diffusione del CoViD-19, presso Uffici pubblici e presidi delle Forze dell’Ordine ad opera del nucleo disinfettori del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona, coordinati dal Colonnello Enrico Mancini, consulente veterinario e igienista del Comando.


Nella mattinata di sabato 18 aprile, a seguito di accordi intercorsi con la Dott.ssa Ivana Petricca, è stata la volta della Questura del capoluogo scaligero, la cui bonifica ha interessato numerosi uffici, spazi comuni interni ed esterni e diversi locali tecnici.

Le opere di bonifica, già effettuate in due occasioni presso la Casa Circondariale di Verona-Montorio, sono state eseguite attraverso l’utilizzo di pompe spalleggiate a bassa pressione, attrezzature in grado di trattare spazi interni mediante la nebulizzazione di una soluzione attiva sul virus SARS-CoV-2 a base di ipoclorito di sodio allo 0,1%.


L’attività svolta dal nucleo disinfettori si aggiunge alle numerose capacità e competenze che l’Esercito Italiano ha reso e continuerà a rendere disponibili per la tutela della salute pubblica e che rafforzano la già consolidata sinergia tra le Istituzioni dello Stato, impegnate quotidianamente e congiuntamente nella lotta contro la diffusione del CoViD-19.

Una collaborazione quella tra Esercito Italiano e Polizia di Stato di fondamentale importanza in un momento di grande difficoltà per il nostro Paese; realizzata da uomini e donne in divisa che quotidianamente offrono la loro incondizionata disponibilità al servizio dei cittadini e della Comunità intera.

condividi: