fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

L’ACOS J9 del Joint Force Command di Napoli (JFCNP) incontra gli specialisti della cooperazione civile-militare.

Il Generale Ellerman si congratula per l’impegno continuo del personale del MCNG

Nei giorni scorsi, nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID–19, il Generale di Brigata Marcus Ellerman, l’Assistant Chief of Staff (ACOS) dell’Allied Joint Force Command di Napoli per la civil-military cooperation, ha fatto visita alla Caserma Mario Fiore di Motta di Livenza, sede del Multinational CIMIC Group (MCNG).​

Dopo i saluti di benvenuto, il Comandante del MNCG, Colonnello Mattia Zuzzi, ha accompagnato il Generale Ellerman presso la sala riunioni dove, alla presenza dello staff internazionale, ha illustrato un briefing sulle molteplici attività del reparto in ambito NATO e nelle missioni internazionali. ​

Al termine del briefing, l’ACOS J9 ha avuto modo di visitare l’infrastruttura e di assistere ad attività addestrative del battaglione CIMIC, nonché di incontrare il personale specializzato nella civil-military cooperation.​

La visita ha avuto l’obiettivo di intensificare i rapporti tra il MNCG e il JFCNP: i legami tra i due Enti sono, difatti, non solo relativi alle attività di addestramento congiunto ma anche alla NATO Response Force (NRF), ovvero il pacchetto di forze prontamente dispiegabile dall’Alleanza per intervenire rapidamente in situazioni di crisi. Ciclicamente, il MNCG è infatti posto alle dipendenze del JFCNP come assetto specialistico per la funzione CIMIC e annovera nel proprio staff non solo personale proveniente da tutte le Forze Armate, ma anche di diverse nazionalità tra cui: Grecia, Portogallo, Romania, Slovenia e Ungheria. Tale personale, durante il mandato internazionale, si specializza nella civil-military cooperation acquisendo la qualifica di “Operatore CIMIC” riconosciuta nell’ambito dell’Alleanza Atlantica, che permette di partecipare ad esercitazioni ovvero operazioni sotto egida ONU, NATO e EU. ​

La visita si è conclusa con la firma dell’albo d’onore e, prima di lasciare il reparto, il Generale Ellerman ha voluto congratularsi e ringraziare gli uomini e le donne del Multinational CIMIC Group, per la quotidiana opera svolta sia in ambito nazionale sia internazionale. ​

condividi: