fonte: COMFORDOT

Condividi su Linkedin

Gemellaggio tra i Corsi Allievi Marescialli

tradizioni e valori che si tramandano di generazione in generazione

​Ha avuto luogo questa mattina la cerimonia di consegna dello spadino agli Allievi Marescialli del XXIII Corso “Onore”.

Dopo i discorsi pronunciati dal Capo Scelto di Reggimento e dal rappresentante del Corso giovane, ogni Allievo del XXII Corso, al grido di “buona fortuna”, ha consegnato al proprio gemello lo spadino, simbolo delle tradizioni dell’Istituto, che conferisce ufficialmente lo status di Allievo Maresciallo ai frequentatori del primo anno.

Il Comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, Generale di Brigata Stefano Scanu, nel rivolgersi agli Allievi ha sottolineato come l’odierna cerimonia rappresenti “il primo momento importante di questo percorso di vita che avete scelto di intraprendere. Finalmente vestite l’uniforme storica che vi identifica inequivocabilmente come appartenenti alla gloriosa schiera di servitori in armi del nostro Paese, indossatela con orgoglio, consapevoli del vostro ruolo e delle vostre responsabilità. Siete giunti a questo momento dopo un lungo percorso, durissimi mesi di corso resi ancora più difficili dall’emergenza sanitaria che ci affligge da oltre un anno, per cui il raggiungimento di questo traguardo vi rende ancora più onore”.

Lo spadino completa e arricchisce l’uniforme storica, indossata con orgoglio dai frequentatori dei Corsi che si susseguono nell’Istituto, segno tangibile del senso di appartenenza e dello spirito di fratellanza che animano i giovani Allievi Marescialli.

condividi: