fonte: COMFOTER di Supporto

Attività teorico-pratiche per quaranta allievi provenienti da Forze Armate italiane, straniere e anche dal mondo civile.

Terminati i “NATO CIMIC Field & Staff Worker Course” a Motta di Livenza

​Si sono conclusi, nella caserma “Mario Fiore” di Motta di Livenza, sede del Multinational CIMIC Group, i corsi “NATO CIMIC (civil-military cooperation) Field & Staff Worker” della durata di due settimane, svolti interamente in inglese.

Dopo il supermento di un modulo a distanza sviluppato tramite la piattaforma ADL (Advanced Distributed Learning), gli studenti hanno svolto una prima settimana comune nella quale hanno ricevuto lezioni sulla comunicazione, sulla dottrina CIMIC, sul Gender e sui NATO Cross Cutting Topics, svolgendo inoltre moduli pratici su concetti relativi all’ingaggio con i media, alla negoziazione e alla reportistica NATO.

Nella seconda settimana gli studenti dei rispettivi corsi hanno condotto un’esercitazione con l’obiettivo di mettere in atto le nozioni condivise in aula. L’esercitazione, improntata su uno scenario relativo al corno d’Africa, uno dei teatri operativi in cui gli operatori del Multinational CIMIC Group sono dispiegati, ha coinvolto le autorità civili della marca trevigiana, rappresentanti religiosi e associazioni culturali locali. Il coinvolgimento di attori civili e role players, tratti dall’ambiente civile, ha permesso agli studenti di sviluppare le funzioni chiave del CIMIC tra cui la liaison, ovvero il collegamento costante con l’ambiente civile.

Durante lo svolgimento delle lezioni sono intervenuti diversi guest speaker facenti parte di Organizzazioni Internazionali, Governative e Non-Governative, tra cui la Dottoressa Elisabeth KOEK, rappresentante del Norwegian Refugee Council, la Dottoressa Caterina Pino, former member di UNOCHA (United Nations Office for the Coordination of Human Affairs), il Dottor Marco Pastori, Direttore ufficio progetti dell’ONLUS Centro Internazionale per l’Infanzia e la Famiglia, la Dottoressa Francesca Dell’Acqua, esperta in Civil Military Relations and Security Management e collaboratrice per la NATO, l’ONU, l’UE e l’OSCE.

I “NATO CIMIC Field / Staff Course” hanno coinvolto quaranta allievi provenienti da Forze Armate italiane, straniere ma anche dal mondo civile. Durante i corsi una delegazione americana dell’USARAF (United States Army Africa) ha potuto costatare le modalità di organizzazione e condotta dei corsi significando lo stretto legame di collaborazione tra il Mulinational CIMIC Group, unità dell’Esercito a valenza interforze e multinazionale specializzata nella cooperazione civile-militare, e l’unità americana con sede in Vicenza.

condividi: