fonte: COMFOP Nord

Viaggio tra le Armi e i Corpi dell’Esercito Italiano per raccontarne la storia e descriverne le attività quotidiane.

CalendEsercito 2020: l’essenza del soldato italiano tra tradizione e futuro

​Nei giorni scorsi, presso la Sala della Costituzione del palazzo della Provincia di Campobasso si è tenuta la presentazione del “CalendEsercito 2020”, quest'anno intitolato "Soldati".


Come ogni anno, lo Stato Maggiore Esercito nella sua opera editoriale di punta ha voluto rendere omaggio a un tema particolarmente caro alla Forza Armata: per il 2020 la scelta è ricaduta sull'Essere Soldati quale scelta identitaria caratterizzata da una condivisione di valori e tradizioni radicati nel tempo, da un alto senso delle Istituzioni e da un profondo spirito di sacrificio e dedizione. 


Sfogliare le pagine del CalendEsercito 2020, attraverso le parole dei soldati del Comando Militare Esercito Molise che ne ha curato l'esposizione dei contenuti, rappresenta un'appassionante viaggio nella storia dei Corpi e delle Specialità dell'Esercito Italiano: dalla Fanteria, sempre in prima linea, al Genio, impegnato in misura sempre maggiore in occasione di attività di sminamento e di interventi di pubbliche calamità, passando per le Trasmissioni, baluardo dell'innovazione tecnologica applicata alle sfide sempre più attuali dei cyberconflittti, la Cavalleria, i Carristi, l'Artiglieria, l'Aviazione, Commissariato, il Corpo degli Ingegneri e quello di Sanità.


A chiusura dell'evento, il Comandante del Comando Militare Esercito Molise, il colonnello Fulvio Amoriello, ha voluto esprimere il proprio personale apprezzamento per i "Soldati italiani, di ogni ordine e grado, che quotidianamente operano con competenza, efficacia ed efficienza per la sicurezza del Paese e la salvaguardia delle Istituzioni, adattandosi prontamente ai repentini mutamenti degli scenari internazionali e allo sviluppo delle nuove tecnologie". 


Tra le novità di quest'anno, va ricordato che l'acquisto dell'edizione 2020 del CalendEsercito contribuirà a sostenere l'Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani e i Militari di Carriera dell'Esercito (O.N.A.O.M.C.E.) che, attualmente, sostiene circa 500 orfani di Ufficiali, Sottufficiali e Graduati dell'Esercito Italiano attraverso l'erogazione di sussidi all'educazione e all'istruzione.


Autorità civili e militari della Regione, Associazioni combattentistiche e d’arma, rappresentanti della stampa, Dirigenti Scolastici e studenti delle classi quarte dell'Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore "L. Pilla" di Campobasso hanno preso parte al consueto appuntamento coordinato dal CME Molise, testimoniando un crescente avvicinamento della società civile ai valori identitari degli uomini e delle donne con le stellette.

condividi: