fonte: COMFOP Sud

Prosegue con costanza l’impegno dell’Esercito nel sociale: effettuate donazioni di sangue in Sardegna.

La donazione del sangue è una scelta di concreta ed efficace solidarietà

​In questi ultimi mesi la richiesta di donazioni di sangue, anche a causa dell'emergenza sanitaria in atto, è notevolmente aumentata e l'arrivo del periodo estivo ne ha amplificato l'esigenza. È per questi motivi che l'AVIS regionale della Sardegna ha lanciato un appello alla donazione al quale la Brigata "Sassari" ha prontamente risposto organizzando, a più riprese, diverse "giornate della donazione", coinvolgendo i suoi reparti dislocati in tutta la  Sardegna.


Protagonisti dell'attività, infatti, sono stati, per il sud dell'isola, gli uomini e le donne dell'Esercito del 151° reggimento e del Logistico a Cagliari e i bersaglieri del 3° a Teulada; per il centro i militari del 5° reggimento genio guastatori di Macomer e per il nord quelli del 152° reggimento, del Reparto Comando e del Distaccamento del Comando Brigata "Sassari".


In Sardegna l'emergenza è molto sentita: oltre alle esigenze chirurgiche sia di routine che d'urgenza, sono oltre 1.000 i talassemici che devono sottoporsi a ricorrenti trasfusioni e il semplice gesto della donazione di sangue è l'unico sistema "salvavita" efficace per affrontare il problema.


Solidarietà e altruismo sono da sempre tra le caratteristiche peculiari dei militari dell'Esercito; in un momento storico particolare come quello che stiamo vivendo queste virtù dei cittadini in divisa diventano indispensabili per garantire un supporto concreto alla popolazione.

condividi: