fonte: Stato Maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Gli Ufficiali del Corpo Ingegneri tra procurement, sperimentazione, ricerca e innovazione.

Ingenio pugnantibus adsum!

Costituito il 9 ottobre del 1980 a seguito dell'unificazione dei preesistenti Servizi Tecnici delle diverse Armi, il Corpo degli Ingegneri dell'Esercito Italiano compie oggi 41 anni. Nel ricoprire un ruolo sempre più fondamentale nel processo di miglioramento e adeguamento tecnologico dell'Esercito, il Corpo effettua studi scientifici e tecnici, provvede alla stesura di tutta la normativa tecnica che regola la manutenzione, l’uso e la riparazione di mezzi e materiali, progetta e collauda immobili e infrastrutture.​

Il Corpo degli Ingegneri dell’Esercito comprende Ufficiali laureati in un’ampia gamma di discipline tecnico – scientifiche provenienti da corsi di Laurea di durata Quadriennale e Quinquennale, impiegati in diverse articolazioni della Difesa, essi assolvono ai propri compiti istituzionali presso le Direzioni Tecniche (TERRARM, GENIODIFE, ARMAEREO, TELEDIFE e NAVARM), gli organi centrali, i Poli di Mantenimento (Roma, Terni, Piacenza e Nola), gli Stabilimenti, il Centro Polifunzionale di Sperimentazione (CEPOLISPE), il Centro Logistico Interforze NBC (CETLI NBC) e gli Uffici Tecnici Territoriali (Torino e Nettuno).​

Oggi più che mai, il Corpo degli Ingegneri rappresenta una risorsa insostituibile e assolutamente necessaria per permettere all’Esercito di affrontare le nuove sfide tecnologiche, fornendo mezzi, materiali e sistemi d'arma che rispondano appieno alle future esigenze operative di tutte le Forze Armate, grazie alla sua capacità di generare innovativi e virtuosi processi di sviluppo in stretta sinergia con il mondo accademico e dell’industria.​

Militari brillanti e sempre pronti a mettere al servizio del Paese la loro competenza e professionalità, in qualsiasi circostanza, gli Ufficiali del Corpo Ingegneri dell’Esercito, contraddistinti dall’elmo di Minerva sulle loro mostreggiature, rappresentano una preziosa risorsa per tutto il nostro Paese; giunga in questa giornata a tutti loro l’augurio per il 41° anniversario dalla costituzione del Corpo. ​

condividi: