fonte: Stato Maggiore Esercito

Condividi su Linkedin

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito in visita al Primo Maresciallo Barisonzi e al 1° Reggimento Trasmissioni di Milano.

Il 1° Trasmissioni ogni giorno impegnato in compiti di difesa, sicurezza e a sostegno di Istituzioni e cittadini per l’emergenza COVID-19

​Oggi il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha fatto visita al Primo Maresciallo degli Alpini (Ruolo d’Onore) Luca Barisonzi e, successivamente, al 1° Reggimento Trasmissioni di Milano.

Questa mattina l’Alto Ufficiale si è recato a Gravellona Lomellina (PV), presso l’abitazione del Primo Maresciallo Barisonzi. Nell’incontro, il Capo di SME ha trasmesso il saluto affettuoso e fraterno di tutte le donne e uomini dell’Esercito e in particolare degli alpini in armi. All’evento erano presenti il Sottufficiale di Corpo dell’Esercito, Primo Luogotenente Antonino Pellegrino, in rappresentanza di tutti i Sottufficiali e Graduati della Forza Armata, e un nucleo dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA) – Sezione di Milano. Gli alpini dell’ANA, sempre vicinissimi a Luca, hanno realizzato, con una raccolta fondi e con squadre super specializzate, la casa domotica-residenza del Primo Maresciallo Barisonzi e della sua famiglia.


Il Generale Farina al termine della visita si è soffermato con il Comandante del Comando Militare Esercito Lombardia, Generale di Brigata Michele Cittadella e con gli alpini dell’ANA, ringraziando tutti per il continuo supporto a Luca, chiara dimostrazione di coesione e di altruismo che i soldati e gli alpini di ieri e di oggi esprimono verso un nostro fratello d’armi che porta i segni della propria dedizione e del dovere alla Patria.

Successivamente, il Capo di SME si è diretto presso il 1° Reggimento Trasmissioni, nella Caserma “Santa Barbara” di Milano, presso la quale ha potuto accertare numerosi lavori di riqualificazione alle infrastrutture del sito, volti a migliorare la situazione lavorativa e alloggiativa del personale. Inoltre, sono state illustrate le misure contenitive nell’ambito dell’emergenza COVID.

Durante il saluto al personale del Reggimento, schierato in ranghi ridotti e nel rispetto delle prescrizioni sul distanziamento, ha voluto ringraziare il Comandante di Reggimento, Colonnello Pasquale Guarino, il Sottufficiale di Corpo, Luogotenente Francesco Faraco e tutti gli uomini e le donne del Reparto, ogni giorno impegnati in operazioni all’estero, in Italia e in numerosi interventi a sostegno di Istituzioni e cittadini per l’emergenza COVID-19.

Uno dei compiti del 1° Reggimento Trasmissioni è assicurare i collegamenti e consentire la fondamentale funzione del Comando e Controllo (C2) al Corpo d'Armata di Reazione Rapida a guida italiana della NATO (NRDC-ITA) di stanza a Solbiate Olona (VA). Il Reparto, nei primi mesi dell’anno passato, è stato impegnato nella sanificazione, col proprio nucleo disinfettori, delle strutture militari nella città di Milano e, in particolare, ha contribuito col proprio personale alla realizzazione in tempi record della struttura COVID presso il Centro Ospedaliero Militare (COM), ex Ospedale Militare di Baggio, messo a disposizione dal Ministero della Difesa e destinato al personale civile posto in quarantena dall’ATS di zona. Nel secondo semestre del 2020, il Reparto ha assunto il Comando del Raggruppamento Tattico Lombardia e Trentino-Alto Adige, nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, fornendo supporto alle Forze di Polizia nelle città di Milano, Bergamo, Brescia, Varese, Como, nella provincia di Monza e Brianza e nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Dal mese di novembre il Reggimento partecipa all’Operazione IGEA, l’iniziativa voluta dal Ministro della Difesa, On. Guerini, e assicura il funzionamento del “Drive Through” di Parco Trenno, in via Novara, che con i suoi 2000 mq di superficie è il più grande d’Italia, ha una potenzialità di 800 tamponi giornalieri su 8 linee di tamponi veloci e una di tamponi molecolari.

condividi: