fonte: SME

Una schiera di oltre 1400 allievi in addestramento.

Il Generale Farina ricorda ai giovani Allievi quanto siano importanti l’esempio e tutti gli altri valori etici dell’essere soldato:…

​Oltre 1400 Allievi degli Istituti di Formazione dell’Esercito, di cui 200 donne, provenienti dalla Scuola di Applicazione di Torino, dall’Accademia Militare di Modena, dalla Scuola Sottufficiali di Viterbo, dalle Scuole Militari “Nunziatella” e “Teuliè”, si sono addestrati contemporaneamente in 5 regioni (Calabria, Lazio, Toscana, Puglia e Valle d’Aosta) nell’esercitazione denominata: “UNA ACIES 2019”.

Presso le aree addestrative della Scuola di Fanteria di Cesano, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito - Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha assistito insieme al Generale di Corpo d’Armata Giovanni Fungo - Comandante del Comando per la Formazione, Specializzazione e dottrina dell’Esercito (COMFORDOT), ad alcune fasi dell’esercitazione, basata su un percorso addestrativo articolato, iniziato lo scorso 15 aprile e che si concluderà il 28 luglio 2019, per poi riprendere il 1 settembre e chiudersi definitivamente il 24 novembre 2019.

Una federazione di attività addestrative fondamentali per Ufficiali, Marescialli, Allievi Ufficiali, Allievi Marescialli e Allievi delle Scuole Militari per validare sul campo il livello di preparazione ed efficienza raggiunto e offrire al Paese il meglio per concorrere a garantire sicurezza, in ambito nazionale e internazionale.

Il Capo di SME, rivolgendosi al personale esercitato e agli istruttori presenti, ha manifestato la propria soddisfazione per quanto osservato nell’addestramento odierno e nelle numerose occasioni in cui ha presenziato alle attività degli Istituti di Formazione dell’Esercito, condividendo con gli allievi l’importanza dell’addestamento delle capacità militari individuali, della specializzazione e della leadership di ogni Comandante. Continuando nel suo intervento, il Generale Farina ha poi voluto ricordare ai giovani Allievi quanto siano importanti l’esempio e tutti gli altri valori etici dell’essere soldato:…” aspetti che vi accompagneranno per tutta la vostra carriera militare sostenendovi nelle difficoltà e motivandovi costantemente”.

Squadre e plotoni di fanteria a fuoco con armi portatili e di reparto, elitrasporto tattico, combattimento nei centri abitati e nei boschi, pattuglie diurne e notturne in ambiente montano, impiego dei principali mezzi e sistemi d’arma in dotazione alla fanteria (Dardo, Freccia e Lince), alla cavalleria (Blindo Puma, Centauro e Carro Ariete), all’artiglieria (Pzh 2000 e FH70), condotta di un’autocolonna con scorta di viabilità, sicurezza delle comunicazioni, cyber defence, procedure per la difesa nucleare biologica, chimica e ambientale riconoscimento e distruzione di trappole esplosive, impiego dei mezzi del genio (Ponte Bailey), impiego dei mezzi mobili campali, corso di pattugliatore scelto e di abilitazione al lancio con il paracadute ad apertura vincolata; sono solo alcune delle attività che impegneranno gli Allievi degli Istituti di Formazione.

L’esercitazione è un evento focale nel calendario delle attività pianificate e organizzate dal Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito nell’arco dell’Anno Accademico, di utilità fondamentale per gli Allievi che si addestrano sul campo in condizioni di elevato realismo e difficoltà, al fine di testare quanto appreso durante il percorso formativo svolto e ritrovare nel sacrificio personale e nello spirito di squadra le caratteristiche etico-morali tipiche dell’essere Soldato. Il livello di coesione e lo spirito di Corpo, aspetti fondamentali nella vita di un futuro comandante di uomini, saranno ulteriormente valorizzati durante il prossimo “TROFEO UNA ACIES 2019”, che dal 24 al 25 luglio, vedrà le rappresentative di tutti gli Istituti di Formazione sfidarsi in una gara per plotoni presso la Scuola di Fanteria di Cesano di Roma.

condividi: