fonte: COMFOP Nord

Consegnati gli attestati di partecipazione al primo evento formativo del personale sanitario militare al Careggi.

Collaborazione e sinergia tra importanti realtà della città di Firenze

Con la consegna dei relativi attestati di partecipazione si è concluso il primo percorso formativo nei settori dell'emergenza e urgenza per medici e infermieri militari. L'evento ha avuto luogo nel corso di una cerimonia presso la caserma "Predieri", culminata con l'alzabandiera solenne alla presenza del Comandante la Divisione Friuli, Generale di Divisione Carlo Lamanna e del Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia d'Urgenza dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi, dottore Stefano Grifoni.

 

L'evento formativo, articolato in numerosi periodi di attività di "training on the job" presso il Pronto Soccorso dell'area fiorentina, è inserito nell'accordo siglato il 15 maggio 2018 tra alcuni comandi militari della zona e l'Azienda ospedaliero - universitaria e ha visto impegnati, in affiancamento al personale del Careggi quotidianamente a disposizione dei cittadini che si rivolgono alla struttura per le più svariate casistiche di emergenza sanitaria, 3 medici e 9 infermieri provenienti da Esercito, Aeronautica Militare, Carabinieri e Guardia di Finanza.

 

Il Generale di Divisione Carlo Lamanna, Comandante della Divisione Friuli, ha rivolto un indirizzo di saluto al personale sanitario civile e militare e agli invitati presenti alla cerimonia, sottolineando "L'importanza di questo progetto di collaborazione e di sinergia tra importanti realtà istituzionali della città di Firenze".

 

Soddisfazione anche da parte dell'Azienda, rappresentata dal dottor Grifoni, che al termine della cerimonia ha ribadito come "La preziosa collaborazione con il personale sanitario militare, in questo percorso formativo, abbia dato inizio ad una crescita comune delle professionalità grazie alla condivisione di competenze professionali e personali che hanno arricchito tutti i partecipanti con importanti risultati per i nostri pazienti civili e militari. Grazie alla sensibilità e lungimiranza dei vertici militari e della Direzione di Careggi è stato possibile avviare un'esperienza formativa in grado di affermarsi come modello di riferimento in ambito assistenziale".


condividi: