Condividi su Linkedin

Giurano gli Ufficiali del 201° corso “Esempio” e il 202° corso “Onore” consegna lo spadino al 203° corso “Lealtà”.

Cerimonia di giuramento e consegna dello spadino in Accademia Militare

​Giornata ricca di emozioni in Accademia Militare dove, nell’affascinante cornice del Salone d’Onore, si è svolta la cerimonia di giuramento per ventisette Sottotenenti del Corpo Sanitario e del Corpo degli Ingegneri appartenenti al 201° Corso "Esempio", e nel pomeriggio, nella suggestiva cornice del Cortile d’Onore, ha avuto luogo la cerimonia di consegna dello spadino ai cadetti del 203° corso “Lealtà”.

Gli Ufficiali del 201° corso “Esempio”, promossi il 1° settembre scorso al termine del biennio accademico, hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana, in forma individuale, dinanzi alla Bandiera d'Istituto dell'Accademia Militare e alla presenza del Comandante del Reggimento Allievi, Colonnello Pasquale Spanò.

Il Colonnello Spanò, a premessa dell’atto di giuramento, ha ricordato ai giovani Ufficiali l’importanza dell’atto solenne che si apprestano a rinnovare, con maggiore maturità, legandoli indissolubilmente alla scelta di vita che, consapevolmente e liberamente, hanno compiuto.

A seguire, alla presenza del Comandante dell’Accademia Militare, Generale di Brigata Davide Scalabrin e dell’intero Reggimento Allievi schierato, si è svolta la consegna dello spadino agli Allievi Ufficiali del 203° corso “Lealtà. Il Colonnello Spanò, durante il suo intervento, ha enfatizzato come “lo spadino rappresenti l’emblema della vostra nuova identità e racchiuda i valori e le tradizioni che costituiscono il patrimonio spirituale di tutti gli Ufficiali che qui si sono formati”.

Lo spadino, simbolo di appartenenza ad una scuola di formazione militare, viene consegnato nelle mani degli Allievi del primo anno dai frequentatori del secondo e rappresenta un importante passaggio di tradizioni che si tramandano di generazione in generazione tra i frequentatori dell’Accademia Militare; l’anziano trasmette al “cappellone” i valori dell’essere militare e, con la consegna dello spadino, lo riconosce ufficialmente parte integrante di quell’unica schiera – Una Acies – motto dell’Accademia Militare.

Il Capocorso del 202° corso, Allievo Caposcelto di Reggimento Simone Della Donna, ha consegnato lo spadino al rappresentante del 203° corso, Allievo Ufficiale Marco Stefanoli, mentre gli Allievi del secondo anno auguravano all’unisono a quelli del primo “Buona fortuna!”.

Il canto da parte dell’intero Reggimento Allievi dell’”Una Acies” ha suggellato il gemellaggio tra i due corsi.

condividi: