Militari dell'Esercito intervengono alla stazione Centrale ed al Molo Beverello del porto di Napoli

Senza sosta il presidio delle città e del territorio nell'Operazione "Strade Sicure"

​Una pattuglia dell'Esercito del Raggruppamento Campania, che opera nell'ambito di "Strade Sicure", ha fermato lo scorso lunedì un algerino che minacciava i passanti con un coltello presso il Molo Beverello.


I militari dell'Esercito, al comando del Reggimento "Cavalleggeri Guide" (19°), allertati dalla sala operativa della Capitaneria di Porto, si sono prontamente recati presso le biglietterie, dove un individuo armato di coltello, a torso nudo e in evidente stato di agitazione, aveva appena minacciato i passanti. La pattuglia ha tentato prima di calmarlo e poi lo ha bloccato, disarmandolo. Sul posto è poi giunta una pattuglie delle Forze dell'Ordine del nucleo radiomobile di Napoli che ha provveduto a formalizzare denuncia in violazione dell'art. 699 c.p.


Nei pressi di Piazza Garibaldi, inoltre, è stato fermato un uomo risultato poi possessore di 5 kg di hashish e 20.000 euro in banconote false. I militari dell'Esercito, durante il quotidiano pattugliamento dell'area antistante la Stazione Centrale, hanno notato il movimento sospetto di un individuo che usciva fugacemente da un esercizio commerciale della zona dove si era appena attivato l'allarme antitaccheggio.


La pattuglia lo ha immediatamente immobilizzato ed allertato la polizia che, arrivata sul posto, ha rinvenuto nel suo zaino 5 kg di hashish, divisi in cinque pacchetti, e 20.000 euro risultati in banconote false. L'uomo, di origini siciliane, pluripregiudicato, è stato tratto in arresto.


Le donne e gli uomini dell'Esercito Italiano sono impiegati dall'agosto del 2008 nell' Operazione "Strade Sicure", e svolgono sul territorio nazionale servizi di vigilanza a siti ed obiettivi sensibili, nonché attività di perlustrazione e pattugliamento, in concorso e congiuntamente alle Forze di polizia.

condividi: