fonte:

Il 6° Reggimento Genio Pionieri collabora con un’associazione privata  per la raccolta e la distribuzione di aiuti alimentari.

Consegnati ai Presidenti del X Municipio di Roma centinaia di confezioni con beni di prima necessità in favore di famiglie in difficoltà

​I militari del 6° Reggimento Genio Pionieri, in collaborazione con il team sportivo di paintball “Gladiatori Unicusano” di Roma, hanno provveduto alla raccolta, confezionamento e distribuzione di beni di prima necessità da devolvere alle famiglie bisognose del X Municipio di Roma per un valore di oltre 10.000 euro.

I pionieri dell’Esercito, in stretta sinergia con i membri dell’associazione, hanno collaborato trasportando e confezionando i generi alimentari, per la distribuzione alle famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza dovuta alla diffusione del CoViD-19.

Il club sportivo, la cui sede è situata proprio vicino alla caserma “Bazzani”, sede del Reggimento, era stato incaricato di raccogliere i fondi per il finanziamento dei campionati mondiali di paintball che si sarebbero dovuti tenere nel prossimo mese di giugno. A seguito dell’emergenza sanitaria, i membri dell’associazione hanno deciso di destinare parte dei fondi raccolti all’acquisto di beni di prima necessità e hanno richiesto il supporto dell’Esercito, per la raccolta e il trasporto degli stessi. In soli due giorni, i militari hanno prelevato i pallet di alimentari dalle catene di grande distribuzione per poi realizzare centinaia di confezioni, pronte per essere donate alle famiglie in difficoltà.

Quella odierna è soltanto la prima fase dell’iniziativa, che coinvolgerà anche tutte le famiglie dei militari del reggimento. Infatti, al ricavato dell’Associazione si unirà la somma raccolta dai pionieri, che sarà utilizzata per l’acquisto di tablet da donare agli ospedali romani per permettere la comunicazione tra i pazienti in isolamento e le loro famiglie.

Durante l’emergenza per fronteggiare la diffusione del CoViD-19, il 6° Reggimento Genio Pionieri è quotidianamente impegnato per il trasporto di dispositivi di protezione individuale presso le Aziende sanitarie locali individuate dalla Protezione Civile. L’operato dei pionieri dell’Esercito si unisce a quello di tutte le Forze Armate, che senza sosta concorrono, con il supporto di medici e infermieri, al sostegno del sistema sanitario nazionale e alla creazione di strutture per l’osservazione sanitaria. Le Forze Armate effettuano quotidianamente trasporto di dispositivi di protezione individuale e di beni di prima necessità destinati ai cittadini che versano in difficili condizioni di salute.

condividi: