fonte: Stato Maggiore Esercito

1^ Riunione Bilaterale tra le Forze Terrestri di Italia e Slovenia.

Elaborazione di un “Piano di Cooperazione Strutturato Triennale 2019 – 2021”

​Si sono svolti a Roma, nei giorni dal 6 al 7 novembre, nel quadro della più ampia strategia di Forza Armata volta a promuovere nuove forme di cooperazione maggiormente strutturate con i principali Paesi della regione euro-balcanica, i primi colloqui bilaterali tra l’Esercito Italiano e Sloveno, organizzati dall'Ufficio Attività Internazionali dello SME e condotti dal Vice Capo III Reparto Pianificazione Generale.

L’incontro, fortemente voluto da ambo le parti al fine di incrementare il livello di interoperabilità tra le Forze Terrestri di Italia e Slovenia anche in considerazione dell’impegno congiunto in iniziative a livello esercitativo e operativo in atto, oltre a costituire l’occasione per avviare un percorso condiviso volto a intensificare la cooperazione nei settori di reciproco interesse, ha consentito di dare così inizio ad una collaborazione più strutturata. Al riguardo, è stato elaborato un “Piano di Cooperazione Triennale 2019 – 2021” che individua una serie di attività da condurre nel periodo di riferimento, al fine di conseguire obiettivi condivisi di medio termine.

In aggiunta alla definizione delle attività di cooperazione addestrativa per il 2019, il meeting ha consentito la formalizzazione dell’avvio dell'iter che consentirà l'affiliazione addestrativa tra il Battle Group medio della 72^ B. slovena e la 132^ Brigata corazzata “Ariete”. Infine, a conferma della volontà di rafforzare la collaborazione con l’Esercito Italiano, riconosciuto quale principale partner di riferimento nel processo di perfezionamento del proprio livello di addestramento e operatività, la controparte ha palesato un forte interesse per il progetto italiano afferente alla costituzione della Multinational Division South (MND-S), nel quadro delle iniziative della Difesa volte a promuovere un maggiore impegno della NATO a sud.

condividi: