fonte: Stato Maggiore Esercito

I nuclei Pubblica Calamità impiegati nella rimozione dei detriti e nel ripristino della viabilità nel comune di Bitti.

L'Esercito in supporto alla popolazione di Bitti duramente colpita da un nubifragio

​A seguito del violento nubifragio che ha sconvolto ieri il comune di Bitti nel nuorese, l'Esercito Italiano, su attivazione della Prefettura locale, ha prontamente inviato proprie squadre di soccorso che sono all'opera, senza sosta, dalla serata di ieri per rimuovere detriti e ripristinare la viabilità.


Gli specialisti del 5° Reggimento Genio Guastatori, di stanza a Macomer, hanno raggiunto il luogo dell'intervento con personale e macchine movimento terra, in concorso alle unità della Protezione Civile già presenti in loco. In data odierna un elicottero HH-412 del 21° distaccamento "Orsa Maggiore" dell'Aviazione dell'Esercito (AVES), ha sorvolato la zona del disastro per una ricognizione aerea, tesa a valutare i danni provocati dalle ingenti precipitazioni, mentre ulteriori squadre appartenenti al nucleo Pubblica Calamità del 152° Reggimento "Sassari" hanno raggiunto il luogo per rinforzare gli assetti già dispiegati nelle attività di sgombero.

In poche ore dall'inizio delle operazioni i soldati dell'Esercito e i Vigili del Fuoco hanno recuperato oltre 400 metri cubi di fango e detriti dalla zona centrale del Comune di Bitti.


L'Esercito Italiano, già impiegato su molteplici fronti, è sempre al fianco dei concittadini, intervenendo in ogni situazione emergenziale a supporto delle altre Istituzioni, in piena aderenza al motto che contraddistingue gli uomini e le donne della Forza Armata: #NoiCiSiamoSempre e allo spirito sinergico del #dipiùinsieme.


condividi: