fonte: SME

Una sinergica collaborazione tra l’INPS e il Centro Nazionale Amministrativo Esercito quale unico interlocutore in materia di trattamento stipendiale.

Un altro passo per migliorare le condizioni degli uomini e donne dell’Esercito

Il Presidente dell'INPS, prof. Pasquale Tridico, e il Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, hanno sottoscritto oggi un protocollo d'intesa volto a regolare e coordinare l'attività di collaborazione in materia di consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative del personale militare e civile dell'Esercito Italiano e della connessa erogazione delle prestazioni pensionistiche e previdenziali.


In base a tale protocollo, pertanto, dal 1° novembre sarà istituito presso la Direzione Provinciale INPS di Chieti il "Polo nazionale Esercito" che accentrerà tutte le prestazioni INPS a favore del personale dell'Esercito, attualmente in carico alle singole direzioni provinciali dell'Istituto.


Il Polo subentra nella gestione degli assicurati appartenenti all'Esercito Italiano che alla data del 1° novembre non risulteranno aver presentato all'Inps domanda di prestazioni pensionistiche.


Compito del Polo, pertanto, sarà quello di gestire le posizioni assicurative e la liquidazione di pensioni e indennità di buonuscita (TFS), le procedure di riscatto e ricongiunzione dei periodi di servizio, nonché quelle relative alla concessione dei prestiti, ottimizzando così le comunicazioni tra le due istituzioni e uniformando la gestione delle prestazioni, anche sotto il profilo della tempistica e dei risparmi dei costi di gestione.


La firma del protocollo rappresenta un altro significativo passo dell'Esercito a migliorare le condizioni e le attenzioni rivolte ai propri uomini e donne; un canale diretto atto a ottimizzare l'offerta e la qualità delle prestazioni svolte in favore del personale militare e civile della Forza Armata, nonché favorire un risparmio dei costi di gestione delle Amministrazioni coinvolte.


condividi: