Anche la Puglia finanzierà percorsi formativi professionalizzanti  per giovani appartenenti alla Forza Armata.

La Puglia finanzierà percorsi formativi professionalizzanti per i militari dell’Esercito Italiano che prestano servizio nella Regione

​Dopo la Campania ed il Veneto, anche la Puglia si unisce alle Regioni firmatarie del protocollo d’Intesa con l’Esercito Italiano finalizzato all’attivazione, grazie all’utilizzo di risorse regionali, di percorsi formativi professionalizzanti per giovani appartenenti all’Esercito, da impiegare in azioni umanitarie nazionali e internazionali. A sottoscrivere l’accordo, nella sala Di Jeso della Regione Puglia, il Presidente Michele Emiliano, il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota e l’Assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Sebastiano Leo.

L’intesa si pone l’obiettivo di definire percorsi formativi utili a potenziare l’efficacia delle azioni realizzate dall’Esercito Italiano in situazioni emergenziali in Patria e all’estero, a sostegno delle popolazioni. In particolare, il protocollo prevede la creazione di percorsi di sviluppo delle competenze professionali dei militari di stanza sul territorio regionale, relative a molteplici figure, tra le quali: elettricisti ed installatori di impianti elettrici, termici e idraulici nelle costruzioni civili, muratori in pietra e mattoni, carpentieri e montatori di carpenteria metallica e falegnami. Figure che, in caso di calamità naturali, ovvero interventi di tipo umanitario, diventano essenziali per un concreto ed efficace supporto alle popolazioni colpite.

“La collaborazione tra l’Esercito Italiano e la Regione Puglia per la formazione del personale - ha dichiarato il Presidente Emiliano - ci consentirà di esprimere a tutti questi ragazzi e ragazze la nostra gratitudine per il servizio che prestano alle Forze armate italiane, già note in tutto il mondo per la qualità della loro azione anche nelle operazioni di pace, fondata su esperienza, umanità e anche grande competenza. In questo modo siamo certi di poter dire, a nome di tutti i pugliesi, che noi non ci dimentichiamo, anche nei momenti in cui c’è apparentemente meno bisogno del contributo che l’Esercito Italiano offre a tutta la nostra comunità. Ringraziare per questo servizio con atti concreti è sempre meglio che proferire vuote parole”.

“La Regione Puglia, infatti, in considerazione dell'insostituibile contributo fornito dalle Forze Armate, in particolare dall’Esercito, sia nelle missioni di pace che nelle attività umanitarie nazionali e internazionali, al fine di sostenere il potenziamento dell'efficacia e dell’efficienza delle azioni che sono chiamati a svolgere, intende assicurare sostegno alle attività di professionalizzazione dell'organico. Potenziare le competenze, lavorare sulla qualità del capitale umano è da sempre tra le mission della Regione Puglia, che si conferma una Regione dalle numerose opportunità formative, anche per i tanti giovani dell’Esercito” ha commentato l’Assessore regionale Leo.

Il Generale Tota, nel ringraziare il Governatore Emiliano e l’Assessore Leo, ha voluto sottolineare l’importanza della collaborazione tra le Istituzioni: “Ritengo che la collaborazione istituzionale sia indispensabile e costituisca un valore aggiunto in tutte le attività poste in essere” ha proseguito il Comandante delle FOTER di Supporto, che ha aggiunto: “i corsi di formazione previsti nel protocollo siglato oggi saranno molto utili agli uomini e alle donne in divisa, per meglio fronteggiare le esigenze della comunità nazionale e internazionale”.

condividi: