Ratificata a Napoli la convenzione operativa tra Ministero della Difesa e Istituto di Vigilanza Union Security.

L’Esercito, anche grazie alla formazione e all’orientamento professionale, offre ai giovani alternative valide per decidere il loro futuro

​Oggi, al Palazzo “Salerno”, sede del Comando delle Forze Operative Sud (COMFOP SUD) a Napoli, è stata ratificata la convenzione operativa tra il Ministero della Difesa e l’Istituto di Vigilanza Privata Union Security.

La convenzione nasce nell’ambito del progetto “Sbocchi Occupazionali” del Ministero della Difesa, che ha come obiettivo il ricollocamento professionale dei volontari delle Forze Armate all’atto del congedo. Il progetto, a carattere interforze (Esercito, Marina, Aeronautica), è coordinato a livello ministeriale dal III Ufficio del I Reparto del Segretariato Generale della Difesa, diretto dalla Dott.ssa Mimma Fiore, che si avvale a livello regionale delle Sezioni Sostegno alla Ricollocazione Professionale.

L’impegno dell’Esercito per agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro dei militari congedati si concretizza attraverso la realizzazione di specifiche misure d’intervento sui singoli soggetti all’atto del congedo, quali l’orientamento professionale, la formazione e il servizio di incrocio tra domanda e offerta svolto non solo nei confronti dei congedati, ma anche delle imprese, mettendo a loro disposizione i curriculum vitae dei militari in cerca di occupazione.

La convenzione è stata siglata dal Generale di Divisione Roberto Angius, Vice Comandante per il Territorio, e dal Dottor Valerio Iovinella, amministratore unico dell’Istituto Union Security.

Presente anche il Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante del COMFOP SUD, che ha rivolto un breve indirizzo di saluto agli ospiti.

L’evento si è svolto nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento sociale per il contenimento dell’epidemia da COVID-19.

condividi: