fonte: COMFOTER di Supporto

Condividi su Linkedin

Addestramento al superamento delle prove di selezione per la qualifica anfibia per gli artiglieri controaerei del Gruppo Addestrativo del COMACA.

I VFP4 del COMACA si addestrano al movimento in ambiente  tattico lacustre

​Si è concluso ieri mattina un ciclo addestrativo a favore dei Volontari in Ferma Prefissata (VFP4) del Gruppo Addestrativo del Comando Artiglieria Controaerea (COMACA), orientato al superamento delle prove di selezione che consentiranno l’accesso ai corsi di qualifica anfibia dell’Esercito.

Attraverso attività teoriche e pratiche, svolte nel pieno rispetto delle norme per il contrasto e contenimento del CoViD-19, gli artiglieri controaerei hanno acquisito le conoscenze di base e le abilità necessarie al movimento in ambiente tattico lacustre.

In particolare, le prove sostenute dai giovani volontari hanno consentito di testare la resistenza fisica sulle lunghe distanze con equipaggiamento completo e la capacità di discesa con la tecnica del fast rope dalla torre di ardimento della caserma Santa Barbara nonché verificare le abilità nel galleggiamento in ambiente anfibio, utilizzando le strutture del Centro Sportivo Remiero della Marina Militare.

La sinergia con gli altri Enti presenti sul territorio della città di Sabaudia e la disponibilità di attrezzature che permettono di svolgere addestramenti specifici, assicurano alle unità dell’Esercito ambienti sempre più aderenti alla realtà, elevando così la qualità della preparazione e il mantenimento della prontezza operativa del personale militare.

I reparti dell’artiglieria controaerei, nell’ambito del conseguimento degli obiettivi addestrativi ed operativi della specialità, rivolgono una particolare attenzione alla pianificazione delle attività specifiche per poter garantire una continua alimentazione di personale nel progetto della Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare (CNPM).

condividi: