fonte: COMFOP Sud

La Navicella d’Argento “approda” alla Brigata Sassari

A Porto Rotondo, il prestigioso premio conferito sabato ai Dimonios

Nell’incantevole scenario di Porto Rotondo, una delle località più amene ed ambite dell’Isola, lo scorso sabato è stato attribuito il premio Navicella d’Argento alla Brigata Sassari, in qualità di “Ambasciatori della Sardegna nel mondo”. 


La manifestazione di consegna dei premi, organizzata dall’Associazione "Sardegna Oltre il Mare" con il patrocinio delle istituzioni e di soggetti privati, è stata ospitata nel teatro Mario Ceroli dove,  alla presenza di un selezionato pubblico, le autorità partecipanti hanno posto nelle mani delle otto personalità premiate l’ambito riconoscimento. Nel corso dell’evento, dopo l’esecuzione dell’inno Dimonios eseguito dalla banda della Sassari, la presentatrice della serata Egidiangela Sechi, volto noto dell’emittente Videolina, ha chiamato sul palco il Comandante della Brigata, Generale Gianluca Carai.


 Dopo la lettura della motivazione del premio, che ha fatto scattare spontaneamente un lunghissimo applauso da parte dei convenuti, il Generale Carai ha voluto dedicare il premio ai Sassarini che sono scomparsi o hanno riportato ferite permanenti nel corso delle missioni internazionali, nell’assolvimento del loro dovere. 


La Navicella in argento, riproduzione di un bronzetto votivo nuragico, è realizzato dall’orafo cagliaritano Bruno Busonera e viene assegnata annualmente alle personalità sarde di nascita, di origine o semplicemente di adozione che abbiano dato lustro alla Sardegna a livello nazionale ed internazionale. La Brigata è un valore della Nazione ed una fonte di orgoglio identitario per la Sardegna.




condividi: