fonte: Stato Maggiore Esercito

Al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito la 3^ edizione del premio nel 77° anniversario del sacrificio di dieci militari italiani fucilati alla Valletta Aldriga.

Premio attribuito all’Esercito in quanto punto di riferimento per l’intero Paese, nella tutela della pace e della stabilità internazionale

​E' stato consegnato questa mattina dal Sindaco di Curtatone, Carlo Bottani, nelle mani del Generale di Corpo d'Armata Salvatore Farina, Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, il premio "Curtatone e Montanara" 2020 - 3^ edizione.

 

La cerimonia si è svolta in memoria del 77° anniversario del sacrificio di dieci militari italiani fucilati per rappresaglia dai nazisti alla Valletta Aldriga ed è stato assegnato al Capo di SME per l'impegno profuso a rendere l'Esercito Italiano un punto di riferimento per l'intero Paese, nella tutela della pace e della stabilità internazionale, in occasione dei numerosissimi e tempestivi interventi emergenziali e nel garantire la sicurezza in concorso alle Forze di Polizia.

 

La consegna è avvenuta all'interno del Pala Sigla.com in località Eremo di Curtatone alla presenza del Sindaco Bottani, del Prefetto di Mantova dott.sa Carolina Bellantoni, di diverse autorità civili, militari, universitarie e rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.

 

"Il merito di questo premio", ha detto il Generale Farina "è di tutti gli uomini e le donne dell'Esercito Italiano che da sempre operano per la difesa, la sicurezza dell'Italia." Nel ricordare il sacrificio dei militari caduti in ogni epoca e luogo, il Capo di SME ha sottolineato che l'Esercito, oggi, opera in un unicum, DI PIU' INSIEME, con le altre Forze Armate e Istituzioni dello Stato, al di fuori dei confini nazionali (dal Kosovo, all'Afghanistan, ai Paesi Baltici sino in Libia, in Libano, in Somalia e in Iraq) per dare stabilità e sicurezza a un'Italia che è circondata da moltissime aree di crisi. In questi impegni istituzionali, ai quali si aggiungono le operazioni condotte in Patria a sostegno della collettività, l'Esercito non dimentica quei valori che legano i militari di oggi a quei soldati che ci hanno preceduto.

 

Prima di ricevere il premio, il Generale Farina, unitamente a un picchetto d'onore del 4° Reggimento Artiglieria Controaerei, ha reso gli onori militari ai caduti deponendo una corona di alloro ai monumenti commemorativi dei caduti di Curtatone e dei dieci militari italiani fucilati nel settembre 1943 nella Valletta Aldriga.

 

A margine della visita odierna, il Capo di SME si è recato alla Marconi Industrial Services - azienda presso la quale sono in fase di ammodernamento i prototipi dei carri da combattimento "Ariete" - e al 4° Reggimento Artiglieria Controaerei "Peschiera", dove ha incontrato il Comandante, salutato tutto il personale in servizio e constatato l'elevato standard professionale degli specialisti, eccellenza nell'ambito della difesa italiana e della Nato.

condividi: