Concluso l’addestramento di abilitazione speciale al 3° reggimento guastatori.

Un addestramento di 300 ore per i guastatori di Udine.

​La settimana scorsa, si è concluso a Udine l'addestramento per la formazione di nuovi equipaggi Leopard Pioniere. Il mezzo corazzato del Genio è tutt'oggi uno strumento fondamentale per supportare la manovra delle forze pesanti e medie. L'abilitazione di sei guastatori all'impiego del mezzo speciale consente al 3° reggimento guastatori di disporre di tre nuovi equipaggi, pronti ad operare in ogni scenario operativo sia in Italia sia all'estero.


L'addestramento specialistico è durato circa 300 ore ed è stato condotto, di giorno come di notte, sulle piste appositamente realizzate nell'area addestrativa del Cormor (UD), consentendo agli istruttori abilitati Leopard Pioniere di poter trasmettere la loro esperienza e capacità operativa ai più giovani.


Sotto il costante controllo degli istruttori, nel rispetto delle normative per il contrasto della diffusione della pandemia Covid-19, è stato seguito un percorso a difficoltà graduali, con lezioni teoriche ed esercizi pratici che hanno accompagnato gli allievi alla prova finale di abilitazione. La guida su percorsi sconnessi e sterrati, i lavori sul campo di battaglia e la rimozione di ostacoli passivi appositamente realizzati, hanno permesso agli allievi di acquisire le tecniche, le tattiche e le procedure necessarie per sfruttare al massimo un mezzo corazzato che rimane operativo nonostante gli anni, capace di integrarsi in complessi tattici di varie tipologie, inclusi quelli a connotazione anfibia, che caratterizzano il 3° reggimento genio guastatori.


Il 3° genio, della Brigata di Cavalleria "Pozzuolo del Friuli", è l'unica Unità dell'Arma del Genio ad essere inserita nella Capacità Nazionale di Proiezione dal Mare (CNPM).


condividi: