fonte: COMFOTER di Supporto

Organizzato dal COMFOTER di Supporto il 1° corso straordinario  per qualificare ventidue nuovi disinfettori militari.

Nuovi disinfettori dell’Esercito per far fronte alle tante richieste di bonifica

​Inaugurato lunedì scorso il 1° corso straordinario per Disinfettori Militari, organizzato dal Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto per 20 militari effettivi rispettivamente al Reparto Comando delle FOTER di Supporto, al 4° Reggimento Alpini Paracadutisti, all’85° Reggimento Addestramento Volontari, al Centro Rifornimenti di Commissariato e al Tribunale Militare di Verona, all’8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti di Legnago, al 33° Reggimento EW di Treviso, al 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza e al Parco Materiali Motorizzazione, Genio, Artiglieria e NBC di Peschiera del Garda e per 2 agenti della Polizia Penitenziaria, in servizio preso la Casa circondariale di Montorio.

Il corso si prefigge lo scopo di fornire ai frequentatori le conoscenze necessarie per acquisire le competenze ad operare autonomamente nel delicato settore della disinfezione, specialmente in contesti di grave emergenza sanitaria, come quella che purtroppo sta attraversando il nostro Paese. L’Esercito Italiano, valutate le numerose richieste di bonifica delle molteplici Istituzioni dello Stato, ha valutato opportuno qualificare altro personale disinfettore. Avere più squadre di specialisti permetterà di poter intervenire e sanificare più aree contemporaneamente in vista del consolidamento delle misure di contenimento dell’epidemia da CoViD-19, previste dalla FASE-2.

Il corso, della durata di due settimane, si svolge all’interno dell’aula polifunzionale dell’85° RAV “Verona” che, grazie agli ampi spazi a disposizione, permette di garantire ai frequentatori muniti dei dispositivi di protezione individuale, le distanze di sicurezza previste e seguirà il programma didattico sviluppato secondo le procedure della Scuola di Sanità e Veterinaria dell’Esercito Italiano.

L’attività formativa è diretta dal Colonnello veterinario igienista Enrico Mancini, coadiuvato da istruttori ed esperti del COMFOTER di Supporto, dal Prof. Ing. Renato Bonora, Docente di Recupero Sistemi Contaminati presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Padova, da personale del Comando dei Vigili del Fuoco di Verona e da tecnici specializzati della Cristanini S.p.A., azienda veronese, leader nell’area della difesa e della protezione civile, nel settore della decontaminazione e detossificazione CBRN, nonché della sanificazione dell’ambiente urbano.

La prima settimana (modulo teorico), verrà adibita alle conoscenze e alla presentazione di attrezzature e presidi medico-chirurgici, mentre la seconda (modulo pratico), sarà dedicata all'affiancamento di tre frequentatori per ogni istruttore, prevedendo, negli ultimi tre giorni, lo svolgimento delle attività di bonifica sul campo.

Al termine delle 2 settimane, ai frequentatori che supereranno l’esame finale, verrà attribuita dal Comandante della Scuola di Sanità e Veterinaria, la qualifica di “Disinfettore militare” dell’Esercito Italiano.

condividi: