fonte: COMFOP Nord

Intitolato il monumento al V Corpo d’Armata nella Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Consegnati i riconoscimenti del Premio "Vittorio Veneto, città della Vittoria"

​Si sono svolte sabato mattina, in Piazza del Popolo a Vittorio Veneto, città simbolo della primo conflitto mondiale e ora al centro delle commemorazioni per il centenario della Grande Guerra, le celebrazioni della giornata dell'Unità nazionale e delle Forze Armate.

 

All'evento hanno presenziato numerose autorità civili, religiose e militari, tra cui il Sottosegretario di Stato al Ministero dell' Economia e delle Finanze, onorevole Pier Paolo Baretta, il Prefetto di Treviso, dottoressa Laura Lega, il Vescovo di Vittorio Veneto, monsignor Corrado Pizziolo, il Sindaco della città, professor Roberto Tonon, e il Comandante della 132^ Brigata corazzata "Ariete", Generale di Brigata Angelo Michele Ristuccia, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell'Esercito.

 

Durante la cerimonia, cui hanno preso parte folte rappresentanze di studenti degli istituti scolastici cittadini e le associazioni combattentistiche e d'arma del territorio trevigiano, sono stati consegnati i riconoscimenti della 3^ edizione del Premio "Vittorio Veneto, città della Vittoria", riservato a militari che si sono particolarmente distinti nell'assolvimento del loro servizio.

 

Al termine della cerimonia le autorità si sono spostate nel vicino piazzale antistante palazzo "Piccin", sede fino a pochi anni fa del V Corpo d'Armata, successivamente 1° Comando Forze di Difesa (FOD), dove ha avuto luogo l'inaugurazione del monumento con contestuale intitolazione al "V Corpo d'Armata" dell'area pubblica prospiciente la struttura che per oltre cinquant'anni ha ospitato il prestigioso comando militare.

condividi: