Implementate le capacità Counter Improvised Explosive Device a favore di  19 soldati del 1° Support Forces Command.

Concluso il 6° corso Counter Improvised Explosive Device in favore delle Forze di Sicurezza irachene

I militari italiani dell'Operazione Prima Parthica, hanno concluso con successo il 6° corso Counter Improvised Explosive Device in favore delle Forze di Sicurezza irachene della Regione Autonoma del Kurdistan.

 

Il corso organizzato in collaborazione con i militari delle altre otto Nazioni che compongono il Kurdistan Training Coordination Center (KTCC)– è durato 5 settimane in favore del 1° Support Forces Command ed è stato finalizzato a implementare le capacità delle Kurdish Security Forces contro la minaccia IED.

 

In particolare, gli Istruttori dell'Esercito Italiano hanno completato la formazione a favore di  19 militari (sottufficiali e soldati) nell'individuazione, riconoscimento, disarticolazione e bonifica degli ordigni esplosivi improvvisati. Il corso è suddiviso in due fasi principali: una prima fase iniziale comune, durante la quale sono state spiegate le componenti degli ordigni artigianali improvvisati, il loro funzionamento e la classificazione, nonché le nozioni base sulle capacità di ricerca, individuazione e segnalazione degli IED; una seconda fase in cui i partecipanti sono stati specializzati nella ricerca e segnalazione degli IED (corso Detect) e nelle tecniche di disarticolazione e bonifica speditiva degli IED stessi (corso Defeat).

 

I vertici militari delle Forze di Sicurezza della Regione Autonoma del Kurdistan iracheno, durante la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione, hanno avuto parole di apprezzamento per l'attività svolta dagli specialisti del genio dell'Esercito Italiano, riconoscendo nel contempo l'importanza di approfondire questa tipologia di tematica auspicando il proseguimento di corsi ad elevato contenuto tecnico.

 

Il KTCC è composto da oltre 350 militari provenienti da 8 nazioni europee, tra cui Italia, Germania, Olanda, Finlandia, Svezia, Gran Bretagna, Ungheria e Slovenia, facenti parte della "coalizione Globale", creata nel settembre 2014, per sconfiggere il terrorismo internazionale e DAESH. L'Italia contribuendo con circa 110 istruttori dell'Esercito Italiano è il maggiore contributore e, a turnazione con la Germania, fornisce il Comandante del Centro di coordinamento dell'addestramento multinazionale nel Kurdistan iracheno.

Il personale addestrato dal KTCC ha preso parte ai combattimenti contro il sedicente Stato Islamico e continua a garantire la sicurezza delle aree ormai liberate da ISIS testimoniando lo sforzo nazionale compiuto -ed ancora in atto- per la sconfitta di DAESH e del terrorismo internazionale.

 


condividi: